lunedì 9 gennaio 2012

Il grande albero delle stagioni: inverno al tramonto

Nel corso degli anni, abbiamo ormai realizzato una gran serie di alberi, di tutte le stagioni e con tente tecniche diverse. (Il penultimo, quello dell'autunno scorso, qui).
A differenza di un insegnante "di classe", i miei "allievi" non cambiano ogni tot anni o cicli, ma restano gli stessi e crescono d'età. Poi, ogni tanto, se ne aggiunge uno che pian piano, si "aggrega" ai fratelli ed inizia a "fare attività" insieme a loro.
Trovare spunti nuovi ed interessanti può risultare quindi - a volte- un po' difficile. D'altra parte, i cicli stagionali affascinano, interessano e "prendono" sempre tantissimo i bambini. L'osservazione della natura nei suoi ritmici mutamenti è piacevole, stimolante, rassicurante.
Per quest'inverno ho cercato, tra queste esigenze, di combattere un po' lo stereotipo INVERNO=NEVE, sempre così presente nella mente dei bambini.
Tanto che, il 20 dicembre scorso, Mariangela -sapendo che il giorno dopo sarebbe cominciato l'inverno-  è arrivata da me tutta contenta dicendo: "Che bello, mamma! Domani arriva la neve! Andiamo giù a fare un bel pupazzo, domattina?"
Allora, dopo qualche passeggiata in campagna, abbiamo pensato al nostro albero dell'inverno come li abbiamo visti davvero: nudo, spoglio, secco... con un nido tra i rami più alti, riparo per gli uccellini infreddoliti, e con un bel cielo rosato (il nostro, anche un po' troppo...!), e sole al tramonto, come solo una bella e fredda giornata d'inverno sa regalare.
Il risultato è sicuramente a-convenzionale, magari un po' azzardato... ma tutto sommato piacevole alla vista (un po' di colori caldi non guastano, tra il freddo di questa stagione) e piuttosto rispondente alle nostre osservazioni "sul campo".




Qui sotto, poi, vi mostro i quattro alberelli realizzati individualmente dai bambini, su "modello" di quello grande:
Margherita

Camilla

Mariangela

Giovanni

9 commenti:

  1. Carinissimo il risultato!
    Secondo me osservare la natura nel cambio delle stagioni e dei mesi é un ottimo esercizio anche per noi adulti, ci aiuta a vivere il "Qui e Adesso" e ad apprezzare le piccole e grandi meraviglie nella natura.
    un caro saluto e buon proseguimento!

    RispondiElimina
  2. che gran bel lavoro!!!!
    siete forti! w la natura...

    RispondiElimina
  3. Condivido appieno, cara Sybille!!!
    Grazie a te e a Zzoe!

    RispondiElimina
  4. Bella idea e blog molto interessante!
    Mi sono iscritta e ti seguirò!
    Anche io faccio un po' di homeschooling in italiano alle mie bambine, noi viviamo all' estero e loro vanno a scuola, se fossi stata in Italia mi sarebbe piaciuto farlo a tempo pieno, almeno per gli anni dell' asilo, alle elementari credo che non sarei sentita all' altezza.
    Grazie per la condivisione dei vostri progetti!
    Ciao Chiara

    RispondiElimina
  5. L'osservazione della natura è una delle cose più importanti a quell'età. mi permetto di suggerirti dei links:
    -un blog che in questo campo è una miniera, con diversi e-book poco costosi (in inglese): http://handbookofnaturestudy.blogspot.com/
    -un mio post sull'argomento (con altri links): http://laproffa.blogspot.com/2010/04/osserviamo-la-natura.html
    -una recensione di un bel libro sull'argomento: http://www.cuoredimamma.org/2010/03/12/facciamo-tornare-i-bambini-nei-boschi/
    -un elogio della passeggiata: http://www.controscuola.it/la-passeggiata/

    RispondiElimina
  6. Ti ringrazio tanto, Palmy!
    Osservare la natura passeggiando e giocando liberamente "nei nostri luoghi" mese dopo mese, stagione dopo stagione è ciò che facciamo da sempre. Ovviamente, con la crescita dei bambini, le osservazioni si fanno più attente, le domande più specifiche, le risposte più precise e dettagliate. Tutto questo è stato anche in gran parte alla base della scelta dell'home-schooling.

    RispondiElimina
  7. Bellissimo il vostro albero! E' proprio vero, anche per i miei bambini più piccoli inverno=neve. Che poi... qui non cade quasi mai!

    RispondiElimina
  8. Eh, anche da noi, essendo in pianura, se ne vede proprio poca o niente, come quest'anno!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...