giovedì 5 gennaio 2012

Dettato: l'Epifania

Adorazione dei Magi - Giotto

L’EPIFANIA 1
Pochi giorni dopo la nascita di Gesù, si fermò sulla grotta dove era nato una stella particolare, con una lunga coda: era la stella Cometa.
Assieme alla stella, giunsero anche dall’Oriente i Re Magi, tre importanti re orientali.
“Magi”, nella lingua orientale, era il nome dato alle persone che conoscevamo bene le stelle.
I Re Magi avevano visto sorgere in cielo la stella Cometa e l’avevano seguita perché avevano letto su dei libri antichi che quella stella avrebbe indicato la strada per trovare il luogo dove è nato un grande Re, il più importante di tutti i Re della terra.
Quando arrivarono alla grotta, adorarono Gesù e gli offrirono i doni che avevano portato con sé: oro, incenso e mirra.
L’oro è il metallo dei re; l’incenso è il profumo che indica l’onore riservato a Dio; la mirra è l’olio con cui viene unto il corpo dei Re prima della sepoltura.

L’EPIFANIA 2
La parola “Epifania” significa “manifestazione” ed indica la prima apparizione pubblica di Gesù come Dio, con la visita dei Magi al bambinello Gesù.
La festa dell’Epifania è molto importante perché ci mostra degli importanti re che si inchinano davanti ad un piccolo bambino, nato da una famiglia povera, in una grotta e deposto in una mangiatoia.
I Re Magi venivano da popoli lontani, non erano ebrei e non aspettavano la nascita del Figlio di Dio. Il significato di questa festa è quindi che tutti i popoli del mondo sono chiamati ad adorare Gesù, riconoscendolo come Figlio di Dio e convertendosi al Cristianesimo.

2 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...