sabato 31 dicembre 2011

Anno vecchio, anno nuovo

La fine di un anno comporta sempre la naturale tendenza a fare bilanci, tirare le somme, ripercorrere con il cuore e con la mente i momenti più belli, più brutti, più intensi di significato, soprattutto emotivo.
Per noi, questo 2011 è stato un anno ricchissimo di emozioni (prima tra tutte, l'attesa e la nascita del nostro Tommaso) e di tanti ricordi che resteranno per sempre dentro di noi.
Augurandovi ed augurandoci un 2012 sereno, gaio e pieno di cose belle, vi lascio qui sotto un piccolissimo estratto (i titoli di testa e di coda) del filmatino che ho realizzato per i nonni a Natale... questo è stato, in estrema sintesi, il nostro anno che oggi se ne va.
TANTI AUGURI A TUTTI!!! 

P.s. l'immagine sopra, è tutta cioccolatosa: sono le decorazioni preparate da noi per il dolce del cenone di stasera...


Edit: eccolo qui, il nostro "Semifreddo del Buon Anno":


venerdì 30 dicembre 2011

Mare d'inverno e Presepe di sabbia

L'altro ieri si è svolta la nostra ultima gita di quest'anno 2011.
Meta: Marina di Ravenna, un paesino romagnolo che ogni anno organizza un maestoso "Presepe di sabbia" che, già da un po' di tempo, avevamo voglia di visitare.
Così, abbiamo aspettato la prima giornata di sole dopo il Santo Natale, per partire e goderci davvero un giorno tutto per noi, a contatto con la natura ed i suoi meravigliosi elementi, di cui ci piace sempre osservare i cambiamenti, stagione dopo stagione.
In particolare acqua e terra, motivo conduttore della programmazione di quest'anno.
Vi lascio alcune foto ed il racconto della giornata fatto da Margherita.











Poi, partendo da questa nostra foto e da alcuni dipinti raffiguranti il mare d'inverno, le bambine si sono cimentate in una rappresentazione del mare d'inverno ad acquerello:

Margherita

Camilla

Mariangela

mercoledì 28 dicembre 2011

Una lanterna, foglie e frutta secca: centrotavola natalizio


Questo è il centrotavola che abbiamo realizzato io e i bambini per il Natale appena trascorso. 
Motivo centrale e dominante, una bella lanterna rossa e la sua candelina accesa, come la luce del Bimbo Gesù in arrivo.
Poi, le foglie più belle raccolte dai bambini al parco, negli ultimi tempi. Ben pressate sotto una pila di libri, cosi da essere per stese per venire poi ricoperte da spray dorato. 
Ed anche le nocciole raccolte la scorsa estate nel giardino della bisnonna, tra un tuffo in piscinetta e l'altro. Ed ancora, noci ed arachidi. 
Una mamma che dorava, quattro bimbi tutti intenti a dipingere di rosso foglie e frutta secca. 
Un bell'effetto finale, unito alla soddisfazione di creare qualcosa di speciale con i propri tesori.  




martedì 27 dicembre 2011

Dettato di Natale

DETTATO: IL SANTO NATALE
Parte 1
Maria rimase incinta di Gesù per opera dello Spirito Santo, nel momento in cui disse il proprio “sì” all’arcangelo Gabriele; poco dopo sposò poi san Giuseppe.
Quando ormai erano trascorsi nove mesi, l’imperatore ordinò che si facesse il censimento di tutta la Giudea, per cui tutti dovevano tornare nel loro paese di origine, per farsi registrare con le loro famiglie.
Fu così che Giuseppe e Maria partirono con un asinello per  andare a Betlemme, il piccolo paesino dove Giuseppe era nato.
Arrivarono a Betlemme il 24 dicembre e cercarono subito una stanza in un albergo, ma non la trovarono perché l’albergo era pieno di gente arrivata per il censimento.
Maria si accorse che ormai era arrivato il momento di partorire, per cui lei e Giuseppe si rifugiarono con il loro asinello dentro ad una grotta dove i pastori ricoveravano gli animali in inverno: ed infatti lì trovarono un bue ed una mangiatoia per animali.

DETTATO: IL SANTO NATALE
Parte 2
A mezzanotte, quando ormai era arrivato il giorno 25 dicembre, nacque il piccolo Gesù, senza che Maria soffrisse il dolore del parto.
Appena nato, Maria e Giuseppe deposero Gesù bambino nella mangiatoia, dove veniva scaldato dal freddo con il fiato del bue e dell’asinello.
In alto sulla grotta l’arcangelo Gabriele cantava “Gloria a Dio nell’alto dei cieli e pace in terra agli uomini di buona volontà”.
Poi alcuni angeli andarono dai pastori che pascolavano il gregge lì vicino e gli dissero “Vi annunciamo una grande gioia: in quella grotta è nato il bambino Gesù, il Figlio di Dio: andate ad adorarlo”.
Così i pastori andarono alla grotta e furono i primi uomini della storia ad adorare e a riconoscere Gesù come Dio.
Margherita

+
Camilla

Mariangela

Giovanni

lunedì 26 dicembre 2011

Il nostro Santo Natale 2011

E' stato davvero un bel Natale.
Un Natale in famiglia.
Tra preghiere, Santa Messa, poesie e presepi.
Tra cena della Vigilia e pranzo super-festivo.
Tra vestitini, maglioncini e tutine rosse; tra treccine, codini e scarpette lucide.
Tra tavola vestita a festa, cibo succulento, caos, brindisi ed allegria.
Tra conferme e sorprese (per mamma e papà, la più bella, Margherita che ha suonato benissimo "Jingle bell", sulla pianola).
Tra pacchettini e pacchettoni da scartare, biglietti d'auguri, sassi dipinti, doni per i piccoli e per i grandi.
Per i piccoli, la cucina giocattolo di legno che aspettavano da tanto (quella dell'Ikea, bellissima!), tanti accessori per essa, e poi vestiario.
Per i grandi, come ormai tradizione qui, regali fotografici: il calendario con le foto più belle dei bambini e quest'anno, i loro acquerelli come sfondo; e poi, i foto-libri con il nostro anno insieme a parenti e cari amici.
Inoltre, un filmatino in moovie maker con il nostro anno 2011.
Tanto tanto lavoro, ma un'enorme soddisfazione nel vedere la gioia nei volti dei miei bambini ed i sorrisi sereni e commossi di nonni, zii e bisnonne.

domenica 25 dicembre 2011

BUON NATALE!!!



BUON NATALE
A tutti i frequentatori abituali di questo nostro piccolo blog;
a tutti quelli che sono passati di qui almeno una volta;
a tutte le loro Famiglie, i loro amici ed i loro cari
auguriamo di cuore un felice
SANTO NATALE 2011
con l’augurio
che la pace della Sacra Famiglia e la salvezza del Signore Gesù Cristo
discendano nei loro cuori, nelle loro menti e nelle loro vite.



(In foto, i dettagli e poi la torta decorata in pasta di zucchero da mia madre, per la cena della Vigilia. E poi, sempre realizzata da lei, la pallina/ona di Natale 2011, double-face, tutta brillantinata).

venerdì 23 dicembre 2011

Lavoretti di Natale: sassi dipinti


Finalmente posso farvi vedere i nostri lavoretti per il Santo Natale 2011.
Con un giorno di anticipo, infatti, li abbiamo appena "esposti" davanti a PapàGiorgio che, per primo, ha potuto scegliere quello che gli piaceva di più. 
Si tratta di una serie di sassi dipinti con colori acrilici e poi lucidati, ovviamente a tema natalizio.
L'idea è nata appena dopo la nostra ultima gita al mare, nel settembre scorso.
Là, sulla spiaggia, i bimbi avevano trovato tantissimi sassi e si erano divertiti moltissimo a raccoglierli, come veri e propri tesori.
Allora, una volta a casa, abbiamo pensato di renderli ancor più speciali, utilizzandoli per realizzare i nostri lavoretti per il prossimo Natale da donare a tutte le persone a cui vogliamo bene. 
E' stato un lavoro a più tappe, lunghetto ma estremamente stimolante e creativo, per i bambini. Che, partendo dall'idea di disegnare tanti Gesù Bambino, si sono poi sbizzarriti con altri soggetti: piccole natività, Madonnine (allattanti o meno), alberelli di Natale... Per non parlare del gioco dei colori!
Insomma, a papà sono piaciuti tantissimo, e noi non vediamo l'ora che arrivi domani sera, e poi dopodomani per donarli a tutti quanti i nostri cari!
Intanto, dato che non so se ci "sentiremo" ancora nei prossimi giorni... BUON NATALE a tutti voi!!!

 


giovedì 22 dicembre 2011

Filastrocca: La magia del Natale

Ho trovato questa graziosa filastrocca di Rosalba Troiano, l'ho inserita, tra altre, in un sacchettino del nostro calendario dell'Avvento e, qualche giorno fa, l'ho letta ai bambini.
A loro è piaciuta così tanto, con la sua idea degli animaletti che la Vigilia di Natale iniziano a parlare e a farsi gli auguri, da richiedermela spesso.
Allora... ecco un paio di mattine ad essa dedicate, con i disegni di tutti e quattro ed un po' di analisi del testo (dal punto di vista grammaticale) da parte di Margherita. 
Che, per l'occasione, si è anche cimentata nel suo primo riassunto...

LA MAGIA DEL NATALE

Dice un libro di leggende
che il ventiquattro di dicembre
quando mezzanotte scocca
gli animali dalla bocca
più non fan versi o belati,
ma come bei libri stampati
san parlare e a tutti fanno
auguri per il nuovo anno.
“Buon Natale!” dice il gallo
“Buone feste!” fa il cavallo
“Viva viva!” il porcellino
E “Felicità!” il pulcino.
Nelle valli e nei boschetti
Parlan volpi e coniglietti,
dentro i fiumi e negli stagni
parlan pesci ed anche ragni.
Più nessuno sa star zitto
Tutti parlan fitto fitto:
dono magico e corale
che natura offre a Natale!

Margherita
Camilla

Mariangela

Giovanni




martedì 20 dicembre 2011

Maxi poster natalizi

In questi giorni di primi auguri e scambi di doni, chi entra in casa nostra resta subito stupito per tutto il colore (ed il calore) delle nostre pareti, tappezzate in ogni centimetro da cartelloni e disegni. Non che -solitamente- tutto sia "normale" (la nostra casa-scuola), ma ora è davvero tutto un trionfo fanciullesco.
L'ingresso, in particolare, è tutto occupato dai cartelloni della "storia del natale", in quattro copie/versioni, che si sta componendo, giorno dopo giorno; mentre la sala si è vista deprivare dei suoi quadri per lasciare il posto a quattro enormi poster-presepi. quattro cartelloni su carta da pacco (circa 1 metro x 1,50), uno per ogni bambino, interamente ideati, disegnati e colorati (a tempera o acquerello) da loro. 
Stavolta, senza modelli o schemi da seguire, in piena libertà d'espressione. I lavori finiti sono, infatti, estremamente diversi l'uno dall'altro, davvero personalizzati.
Già l'anno scorso Margherita, da poco ufficialmente home-schooler nella sua primina,  si era cimentata in un'opera simile. 
Quest'anno, lei ha voluto ri-mettersi alla prova con un nuovo presepe più ricco di sfumature e particolari, tutto ad acquerello. 
Mentre Camilla e Mariangela, per la prima volta, hanno avuto la libertà di esprimersi con matite, tempere, spugne e pennelli su un foglio così grande e l'orgoglio di vedere tanto spazio a loro dedicato, in salotto, sotto le feste.
Giovanni, dal canto suo, ha preteso assolutamente un foglione tutto per lui (dimezzato, ma grande grande ugualmente) realizzando una natività davvero completa e gradevole, data l'età.
Ve li mostro tutti, stavolta in ordine d'età crescente, partendo proprio dal mio ometto tre-enne, che ha stupito tutti con questa Sacra Famiglia:
Giovanni

Mariangela

Camilla

Margherita
Lavori in corso...



Qui sotto, invece, il primo "poster natalizio" di Margherita, un anno fa...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...