giovedì 29 settembre 2011

Gita all'Acquario di Cattolica

Come vi avevo già anticipato, sabato scorso siamo stati in gita all'Acquario di Cattolica.
Un'esperienza in cantiere già da tempo, giunta dopo un'escalation a piccoli passettini, partita dall'acquario giocattolo, proseguita con l'arrivo a casa nostra dei pesciolini Pippo e Stella, continuata con la visione di alcuni documentari a tema marino e da tanti racconti sull'acqua, sull'ambiente marino e sui suoi tantissimi abitanti.
Noi, all'acquario di Cattolica, c'eravamo già stati, quasi due anni fa, anche allora nel pieno di un progetto didattico. E alle bambine, Mariangela in particolare, tutti quei pesci erano rimasti nel cuore.
Così, già da tempo ci chiedevano di tornare.
Giovanni, allora, era piccolino,e per lui è stato tutto nuovo, una vera prima volta.
Tommaso, cucciolotto, si è goduto la visita comodamente adagiato nel marsupio: tanto era il suo stupore nel vedere tutta quell'acqua, quei colori e quegli strani movimenti che abbiamo dovuto girarlo sul con la schiena rivolta alla mamma ed il faccino verso l'esterno! E da lì è stato sveglio per quasi due ore, sgambettando e muovendo le braccia, tutto eccitato.
Effettivamente, il fascino del mondo marino è sempre davvero enorme.
Poter "entrare" negli abissi, ammirare tante specie diverse, trovarsi a contatto così ravvicinato con gli enormi squali dai denti aguzzi e, per esorcizzarre la paura ("Mamma, sono stanco, andiamo a casa?" Giovannino cuor di leone), far loro una linguaccia; veder giocherellare i pinguini; ammirare i stupefacenti colori dei pesciolini tropicali e, tra loro, trovare il pesciolino Nemo ed i suoi amici!
E guardare negli occhi un pesce palla o un pesce luna... cercare di capire la forma e la consistenza delle meduse.... e stupirsi, nel vedere un cavalluccio marino così piccolo e bruttino...; ammirare stelle marine di tanti tipi e colori, e poi attinie, spugne, coralli! E cercare di accarezzare le razze, troppo intimidite dalla nostra presenza...
Gli animaletti più attesi e che effettivamente sono piaciuti di più ai miei figli sono stati le lontre (novità di quest'anno, a Cattolica), col loro musetto dolce e buffo, i loro guizzi velocissimi, le loro corse scatenate. Delle piccole "fochine" tenerissime, davvero!
Ancora una volta, si conferma piacevole, utile ed interessante vedere direttamente le cose, poter unire teoria e pratica, immaginazione e realtà.
Insomma, un'esperienza davvero intensa ed indimenticabile!
La quale ha poi, ovviamente, dato il via a nuove riflessioni, lavoretti ed attività, di cui a prossimi post...

 

Powered by BannerFans.com

1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...