mercoledì 2 marzo 2016

Imparare a leggere, scrivere e contare nella vita quotidiana: fare la spesa


Sempre più spesso ricevo mail e richieste da parte di genitori interessati a sapere come incuriosire e proporre attività legate alla letto-scrittura ai loro bambini.
Molto spesso si tratta di mamme di bimbi piccolini, in età prescolare, altre volte mi parlano di bambini più grandicelli, già in pieno corso di scuola primaria, che trovano svogliati, annoiati, poco propensi al leggere ed allo scrivere. Altre volte ancora si tratta di genitori interessati all'home-schooling, che stanno iniziando a "prepararsi" per questa avventura.
Ovviamente, dare consigli dall'esterno è sempre difficile e delicato.
Quando abbiamo la possibilità di parlare un po', allora posso permettermi qualcosa di più mirato.
In tanti altri casi, cerco semplicemente di riportare la mia esperienza.
In ogni caso, il consiglio di base è sempre quello di partire dalla quotidianità, dalla vita vissuta e reale e, soprattutto, dagli interessi e dalle passioni del bambino.
Ho deciso, quindi, di dedicare alcuni post - che verranno pubblicati prevalentemente il mercoledì - alle tante possibilità di scrittura-lettura-far di conto che possono possono scaturire dalla vita quotidiana in famiglia, al di là del mero "compitino scolastico" o delle famigerate "schede"...
Oggi vi parlo di un'operazione semplice della quotidianità di tutte le famiglie: il fare la spesa.


LA LISTA DELLA SPESA
E' banale, semplice ed immediato: scrivere la lista della spesa è, per noi adulti, qualcosa di veloce, spesso impulsivo e privo di un vero valore.
Eppure, per un bambino che sta imparando a scrivere, può costituire un compito speciale e di grandissima importanza.
"Caro X, devo andare a fare la spesa e ho paura di dimenticarmi delle cose importanti da acquistare: potresti aiutarmi tu?"
Posta in questo modo, l'"operazione lista della spesa" può diventare un giochetto piacevole e, contemporaneamente,un compito importante e fregio d'onore per il bambino, che si sentirà piacevolmente responsabilizzato nella  gestione degli affari domestici.
Ed ecco che, sotto dettatura, si potrà esercitare con semplici parole bisillabiche, poi trisillabiche, poi con lettere-ponte, con le "h", le doppie e, via via, le varie difficoltà ortografiche.
Potrà scrivere su righe, quadretti o quadrettoni, su un foglio bianco o colorato, in stampatello o corsivo... 
Senza troppa ansia di sbagliare: in fondo, la lista della spesa è un fogliettino svolazzante, non una pagina di quaderno.
Volendo, però, può anche, poi, essere conservata per ricordo. Il ricordo di quel pomeriggio speciale in cui X ha aiutato la mamma a fare la spesa.
Sì, perchè si potrebbe proseguire andando davvero insieme a fare la spesa...

 


FARE LA SPESA
La seconda tappa, non necessariamente legata alla prima, può essere quella di andare effettivamente al mercato o al supermercato insieme.
Qui, si può dotare il bambino di matita o colore per depennare, via via, i vari articoli riposti nel carrello. E' sempre utile, per un bambino in questa fase, imparare a rileggere la propria grafia.
Depennare via via i vari articoli acquistati può offrire una valida occasione per far ciò,
Al supermercato, si può poi aprire tutto un mondo di esercitazioni matematiche.
Si può partire da semplici addizioni, sottrazioni, moltiplicazioni e divisioni e ci si può esercitare a meraviglia con le tabelline. (Su questo, potete anche andare a rileggere un mio post di anni fa: Tabelline e vita quotidiana).
Soprattutto nel reparto ortofrutticolo, è poi possibile allenarsi con i numeri decimali, i pesi e le misure, i problemi con peso lordo, peso netto e tara, la compravendita e molto altro. 
Si può studiare il rapporto quantità-prezzo osservando attentamente il costo di una vaschetta di prodotto ed il corrispondente prezzo al chilogrammo o al litro... si possono effettuare confronti tra marche diverse e riflettere sul "peso" della pubblicità....
Il tutto, senza fatica, ma con estrema naturalezza ed una immensa soddisfazione da parte del piccolo grande aiutante. 

ALLA CASSA
Alla cassa, poi, soprattutto nelle moderne casse automatiche, i bambini più grandicelli si potranno esercitare con l'euro controllando via via il totale, ma anche aiutando i genitori a pagare e controllando il resto.

A CASA
Non da ultimo, una volta a casa potrà essere affidato ai bimbi anche più piccoli il compito di aiutare a riporre la spesa. "Per favore, metti le mele nella cassetta sotto al tavolo... il sapone nel secondo cassettino a destra del bagno.... il burro nel terzo ripiano dello sportello del frigo..." i numerali ordinali e cardinali e le coordinate spaziali si possono imparare anche così!
Per i più grandi, è invece possibile trasformare qualche operazione concretamente compiuta in problemi matematici che possono anche essere scritti.
"La mamma ha comprato 2,5 kg di mele. Se le mele costavano euro tot al kg, quanto ha speso?"
E via così...
Tutto,incastonato nel fluire della vita concreta, acquista un senso più pieno e dà grande soddisfazione.

P.s. Mentre scrivevo questo post, mi sono ricordata di un articolo sull'argomento postato da Catia di "A scuola con Matilde" qualche anno fa: Fare la spesa con i bambini

4 commenti:

  1. Si anche io uso la lista della spesa come stratagemma.e i prezzi i confronti. Poi se puo interessare ho scritto un post sulle figurine-decine unita e centinaia spiegate anche con i lego
    http://mammaemamme.blogspot.it/2013/07/le-raccolte-di-figurine-cosa-serve-farle.html?m=1
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la segnalazione!
      Anche noi abbiamo usato le figurine per imparare i numeri!
      I Lego, poi... sono fantastici per un sacco di attività matematiche!

      Elimina
  2. Ciao mammaElly,
    grazie per aver citato quel vecchio post.
    Che bei momenti passati con Matilde a fare la spesa!
    Adesso è grande e non ci viene più tanto volentieri ma pero che anche per lei rappresentino dei bei ricordi quei momenti passati insieme ad.....imparare allegramente!
    Un abbraccio a tutti voi!

    RispondiElimina
  3. Che bello questo articolo, sicuramente sarà di ispirazione a molti. Buon finesettimana e buon proseguimento!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...