martedì 22 maggio 2012

Margherite di carta crespa


Ecco un nostro nuovo lavoretto, fresco fresco di giornata.
Per restare in tema con il nostro "progetto margherite" e per aggregarci ancora una volta al mercoledì dell'arte "I mille volti della carta" di Priorità e Passioni, ecco le nostre margheritine di carta crespa.
Il progetto di base è in questo video, da noi un po' semplificato.

Occorrente:
Carta crespa gialla, bianca e verde
Forbici
Colla stick
Filo
Stecco di legno da spiedini (o stuzzicadenti)
Pennarello rosa

Procedimento:
- Ritagliare un quadrato (circa 25x25 cm) di carta crespa gialla ed arrotolarla stretta stretta su se stessa.
- Incollare l'estremità in lunghezza.
- Ritagliare un rettangolo di carta crespa bianca (la larghezza del rotolo x 25 cm).
- Arrotolare la carta crespa bianca intorno al "tubo" giallo.
- Far arretrare il "tubo" giallo di circa 2cm.
- Legare il filo a circa 3 cm di lunghezza, stringendo bene.
- Tagliare a circa 1 cm dalla legatura.
- Ora, colorare l'estremità bianca con il pennarello rosa.
- Allargare con le dita la parte bianca verso l'esterno, sfruttando l'elasticità della carta crespa.
- Tagliare i petali con le forbici per circa 1 cm (o un po' meno).
- Preparare il gambo: infilare lo stecco nella parte inferiore del fiore. Per un effetti più realistico, si potrebbe usare uno stuzzicadenti. Noi abbiamo scelto lo stecco lungo per poterci giocare meglio.
- Tagliare una striscia di carta crespa verde lunga come la parte di stecco ancora visibile e larga 2 cm.
- Spalmare di colla ed arrotolare stretta intorno allo stecchino.
- Preparare la base del fiore rivestendo di un ulteriore rettangolino di carta verde.
- Ed ecco pronta una tenera margheritina con cui comporre mazzolini, o con cui giocare in piena fantasia e libertà!

6 commenti:

  1. Belle! come mi piacciono!!! Le posso mettere sulla bacheca di pinterest?

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia! Veramente belli, siete stati proprio bravi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Partecipare anche oggi al tuo "mercoledì dell'arte" è stato uno stimolo importante e positivo, davvero.

      Elimina
  3. Che belli! Un bel mazzolino così fa proprio primavera. Come andate? ancora scosse? Un abbraccio a voi e bimbi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che carina, Monica! Ormai sembra tutto finito, o quasi. Ci sono ancora parecchie scosse, ma sempre un po' più lievi, ed ormai ci abbiamo fatto l'abitudine. Ma intorno c'è un gran senso di desolazione, la gente è ancora turbata. E TUTTE le chiese ed i campanili della nostra zona hanno subito danni, più o meno gravi. Grazie

      Edit: la scorsa notte, una nuova scossa piuttosto forte ci ha di nuovo svegliati e fatti preoccupare parecchio. Sembra che tutto questo non passi più...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...