martedì 12 luglio 2011

Ricordi dalla montagna: giochi con la terra

Ripercorriamo spesso, in questi giorni, le tante esperienze vissute in montagna.
Tra queste, anche se non strettamente attinente con l'ambiente alpino, i bambini ricordano con grande piacere un bel pomeriggio di giochi con la terra. Nel giardino della "nostra" casa, infatti, era predisposta una bella sabbiera, piena di terra e di tanti giocattoli ed attrezzi per scavare e divertirsi.
Per noi questo è venuto in un momento in cui il gioco è stato davvero distensivo e liberatorio come non mai: poche ore prima Camilla si era infortunata e per lei, per noi e per i fratellini l'incidente, la corsa all'ospedale e  la diagnosi di frattura avevano portato un ovvio senso di scoramento, oltre a preoccupazione e concitazione.
Allora, quale momento migliore per scegliere di buttarsi nella terra, scavarla, travasarla, filtrarla, toccarla, annusarla? Preparare pappe, pizze, formine e casette... nascondere i piedini, poi ritrovarli... sporcarsi liberamente, senza troppe remore. E poi, tutti in doccia!
Camilla stessa, dopo un iniziale momento di osservazione, si è sentita libera di provare. Dapprima molto timidamente, poi sempre con più gusto.


 

 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...