sabato 23 luglio 2011

Giochi d'aria in campagna: le bolle di sapone

Ieri pomeriggio, complice una bella giornata estiva non eccessivamente afosa, la famigliona è andata in campagna, per un'esplorazione dell'ambiente in estate, un po' di giochi in libertà ed  un bella cenetta a pic-nic.
Il "nostro" solito punto d'appoggio, il parchetto in cui ci rechiamo spesso, ci aspettava pieno d'erba ormai secca ed indurita, ma sempre bello e piacevole. Una volta là, abbiamo poi fatto amicizia con la nuova "padrona di casa": una dolcissima gattina ignobilmente abbandonata in zona circa un mese fa, che ormai, tra tante persone generose che si prendono cura di lei, abita lì stabilmente, tra pappe, croccantini, acqua sempre fresca e perfino una casetta-cuccia imbottita... ed addirittura impermeabilizzata apposta per lei!
I bambini sono stati felicissimi dell'incontro... la poveretta un po' meno, tanto da defilarsi dopo poco in disparte. E' sempre così: 4 bimbi piccoli tutti insieme, per quanto pacifici e non aggressivi, spaventano inevitabilmente -per mole e confusione- gli animali che incontrano. Tanto che, quando qualcuno ci chiede: "I bimbi hanno paura dei cani? del mio cane? dei gatti?" noi rispondiamo sempre: "no no, è il contrario!"

Beh, dopo la parentesi-gattina, ci siamo dedicati ai giochi con le bolle di sapone, da me appositamente portate, di nascosto: così, in mezzo ai prati ed in piena libertà, i quattro fratellini hanno potuto soffiare e soffiare e soffiare... e rovesciare anche, un pochetto; ed ammirare le bolle grandi e piccole, i loro riflessi colorati, il loro dirigersi in alto o in basso, a seconda della direzione del loro soffio e del vento. Acqua per comporle, aria per dar loro vita... acqua al loro dissolversi, ancora nell'aria, e poi in terra... E così andiamo avanti, alla scoperta dei "nostri" elementi.
 
 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...