martedì 29 gennaio 2013

Un dolce igloo come centrotavola d'inverno

Come chi ci segue già sa, quest'anno abbiamo pensato di realizzare, con i bambini, un pranzo speciale per ogni stagione dell'anno. 
Il pranzo della domenica, quello che ci vede a tavola tutti insieme, nonni e zii compresi.
Il pranzo dell'inverno è stato preparato per un paio di domeniche fa.
Dato che la preparazione di quello che per noi è un vero "evento" ci ha impegnato e divertito parecchio, dividerò anche questa volta in più post le varie fasi.
Oggi, quindi, inizio col mostrarvi il nostro centrotavola che è insieme anche il nostro dolce creativo dell'inverno, realizzato con un uso creativo ed un po' insolito del... panettone.
Panettone come dolce tipico di questa stagione che un po' tutti noi abbiamo ancora in casa, anche dopo le feste natalizie.
Il panettone in questione -ancora bello intero - è stato abbellito e decorato da me e dai bambini prendendo le mosse dal racconto dell'inverno inventato da Margherita: "Panna e le sue sorelle".
Quindi, abbiamo pensato di trasformare il panettone in un igloo, e di decorarlo, poi, con quattro fiocchettini e pupazzi di neve e con un simpatico orso polare. Il tutto giocando allegramente con la pasta di zucchero, nel suo candore naturale e nella variante di colore azzurro.
Ora passiamo ai dettagli.
L'occorrente per il nostro centrotavola è estremamente semplice: un panettone ed una buona quantità di pasta di zucchero (per la ricetta che usiamo, stavolta in dose doppia, potete vedere qui).
Il punto fondamentale è stato, anche per questo lavoretto un po' delicato, il coinvolgimento concreto ed attivo dei bambini.
Innanzitutto, hanno steso con i loro mattarellini la pasta di zucchero: un grande panetto bianco per l'igloo e altri piccoli, azzurri, per i fiocchi ed i pupazzi di neve. Poi hanno ritagliato i fiocchi di neve (quattro, come le fiocchettine Panna, Bianca, Candida e Sofficina) con l'apposito estrusore e quattro pupazzetti (unica deroga al testo del racconto) con uno stampino per biscotti.

A questo punto, ottenuta una "sfoglia" bella grande di pasta di zucchero, ci abbiamo molto semplicemente appoggiato sopra il panettone rovesciato: una volta capovolto, è bastato rifinire un po' i bordi per ottenere già un certo non so che di "ghiacciato". Abbiamo poi completato il nostro igloo  formando due salsicciotti bianchi e mettendoli ad arco, per l'ingresso.
Ci siamo poi dedicati alla realizzazione dell'orso polare, il nostro Batuffolo.
Ogni bimbo ha modellato una parte del suo corpo: una pallina per la testa, una più grossa per il corpo, due più piccole per le orecchie, un'altra per la coda, e poi altri pezzettini per le zampe ed il musetto... Un paio di stuzzicadenti ci hanno aiutato a tenere su il tutto. 
Intanto, abbiamo completato l'igloo tracciando i cubettoni di ghiaccio con un pennarello alimentare color azzurro; inumidendoli con un po' d'acqua, vi abbiamo fatto aderire i fiocchi di neve (che, come nella nostra storia, potevano così dormire attaccati alle pareti dell'igloo).
I bimbi hanno anche completato i loro pupazzetti di neve, con dettagli disegnati con un pennarello alimentare nero e le sciarpine in pasta di zucchero colorata. 

Abbiamo poi arricchito l'orsetto con tanti dettagli colorati recuperati dalle calze della Befana: due pezzetti di liquirizia per gli occhi; un Tic Tac rosso per il naso, due fettine di caramella gelèe alla fragola per l'interno delle orecchie; una lunga caramella arrotolata e poi fermata da un anellino di pasta di zucchero per la sciarpa. Carino, vero?


Una volta assemblato il tutto e posto su un grande piatto da portata di vetro trasparente, l'igloo è uscito in tutto il suo splendore... e con tutte le sue imperfezioni che lo hanno reso davvero nostro.

Eccolo qua:


P.s. Con il nostro igloo, partecipiamo a "Il mercoledì dell'arte - tema celeste" di Priorità e passioni:

12 commenti:

  1. Anche voi modellate oggi? Bello e buonissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Ho visto la vostra plastilina: che belle realizzazioni!

      Elimina
  2. meraviglioso! Mi hai dato un'idea per una cosa... posso copiarti?

    RispondiElimina
  3. Ma che meraviglia!!!!! E' un peccato tagliarlo no????
    Elly, io voglio che ti candidi, anzi che vi candidate per lo swap.
    Se venissi sorteggiata tra le 4 per me sarebbe un onore ricevere un pensierino fatto dai tuoi bambini con cuore... davvero, sentiti...sentitevi all'altezza!!
    Con affetto,Sere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A questo punto... non possiamo proprio rifiutare! Grazie tante per questo incoraggiamento! Ora vengo a vedere per bene tutti i passaggi...

      Elimina
  4. Che delizia!!!
    Ti chiedo una curiosità:lo strumento che hai usato per fare i fiocchi di neve è simile al mio,io però,non sono riuscita a tirare fuori i fiocchi integri....
    Hai un segreto da suggerirmi?Grazie e complimenti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, io ho fatto un po' di pratica con le margherite della torta di Prima Comunione (http://bimbifeliciacasa.blogspot.it/2012/06/la-prima-comunione-di-margherita-la.html). Credo di aver capito che l'essenziale sia infilare l'estrusore nella pasta di zucchero tirata allo spessore di circa 1/2 cm e già piuttosto asciutta. Se è ancora ben morbida e malleabile, la formina non cela fa e si rompe.

      Elimina
    2. Ti ringrazio molto ed ancora complimenti!!

      Elimina
  5. Meraviglioso questo igloo e meravigliosa l'idea del pranzo speciale ogni stagione. Hai partecipato con un post per ogni lettera...siete fantastici!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti dispiace vero se parlo un po di te sulla mia pagina fb verò?

      Elimina
  6. @1 - Grazie tante, Giorgia!

    @2 - No di certo! Non sono su fb, però condividere idee e spunti è sempre positivo!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...