venerdì 11 gennaio 2013

I mesi dell'anno personificati da Margherita


Inauguro didatticamente il 2013 con un post che racchiude il lavoro sui 12 mesi dell'anno svolto da Margherita nel corso del 2012.
Si tratta di un percorso a tappe, sviluppatosi mese per mese, tra la classe seconda e la classe terza, partendo quasi casualmente dalla fine. 
Tutto iniziò nel dicembre 2011. Alla bambina, allora in seconda, chiesi di provare a pensare a come sarebbe stato il mese di Dicembre se fosse stata una persona. Questa domandina la intrigò molto, stimolandola a rispondere come spesso fanno i bambini: con un disegno. Un disegno molto articolato e preciso, però: un vecchio stanco, lo slittino, la neve, Gesù Bambino... Tanti topoi letterari impossibili da conoscere per una bimba di 6 anni, emersi così, nella sua mente. Da lì le proposi di descrivere questo suo vecchio Dicembre per iscritto.
Il tutto venne così bene e così naturalmente, che da lì partì la descrizione personificata di tutti i 12 mesi.
Un lavoro piacevole ed istruttivo, un bel modo di dedicarsi al testo descrittivo, di allenare la fantasia, di arricchire il lessico. Ed anche una tappa fissa che ha scandito il nostro anno 2012.
La maggior parte di queste descrizioni è già stata pubblicata qua e là nel blog: ma mi piace l'idea di radunare questi mesi-persone, tutti in ordine d'età, ognuno con caratteristiche, gusti, colori propri ed originali.
Semplici testi descrittivi di una bimba di 6-7 anni, partiti sempre dal disegno, con un occhio particolare ai colori e agli abiti, ma anche contornati ciascuno da piccoli e graziosi dettagli.

Il piccolo Gennaio
Io immagino il mese di Gennaio come un bimbo piccolo e cicciottello.
Ha dei begli occhioni azzurri, delle belle guanciotte rosse ed una bocca sorridente.
Indossa una calda tutina gialla, una sciarpa di lana rossa e delle manopoline rosse.
Sulla testa porta una simpatica cuffietta rossa e gialla con un bel pon pon.
Sta seduto sulla neve a giocare con un simpatico pupazzo di neve.
È vivace, dolce e pacioccone.

L’allegro Febbraio
Io immagino il mese di Febbraio come un bimbo di 4-5 anni vestito da Arlecchino.
È cicciottello perché mangia i dolci fritti di Carnevale e tanto zucchero filato.
 Il suo vestito è multicolore, tanto allegro e vivace.
Porta con sé la sua trombetta verde in cui fischietta allegramente; in una mano tiene una mascherina e nell’altra un grande sacco blu pieno zeppo di coriandoli.
È un bambino allegro, spiritoso, birichino, buffo e molto scherzoso.
Gli piace andare in giro durante il Carnevale spargendo coriandoli e stelle filanti.

La giovane Marzo
Io immagino il mese di Marzo come una ragazzina di 12-13 anni con gli occhi verdi, i capelli biondi e un viso sorridente e birichino.
Indossa un giubottino rosso senza maniche con cappuccio, una magliettina gialla a maniche lunghe, una gonna lunga e blu, allegri calzettoni azzurri e scarpine di vernice blu.
Marzo è ornata da una ghirlanda di fiori colorati e profumati ed in vita ha un bellissimo fiocco rosa ricamato di tanti piccoli fiorellini.
Quando passa lei con il suo ombrellino, il cielo impazzisce: cioè viene un po’ sole un po’ pioggia, spunta un bellissimo arcobaleno e nei prati pieni di erba fresca crescono qualche piccola viola e qualche piccola margherita.

La graziosa Aprile
Io immagino il mese di Aprile come una fanciulla di 15-16 anni coi capelli castano chiaro e gli occhi azzurri un po’ assonnati e lacrimevoli.
Ha un viso sorridente ma un po’ malinconico perché Aprile è un po’ sole e un po’ pioggia.
Porta un grazioso vestitino verde pastello e sopra alle spalle una mantellina gialla per proteggersi dagli sbalzi di temperatura.
La sua testa è ornata da una coroncina di margherite e le orecchie da orecchini a forma di fiore.
In una mano stringe un grosso pesce, invece nell’altra un pennello e un secchio di pittura azzurra con cui schizza il cielo per farlo colorare d’azzurro.
Tiene anche in mano un piatto di tagliatelle al ragù perché Aprile mette un certo appetito ed un ombrellino per ripararsi dalle piogge improvvise.
Aprile è gentile e festosa ed è amica di semi, germogli, radici e uccellini.

La bella Maggio
Io immagino il mese di Maggio come una ragazza di circa 18 anni.
Maggio è bella, bionda, ha capelli lunghi e molto lisci, occhi azzurri grandi, dolci e con le ciglia lunghissime.
Indossa un fresco e grazioso abitino arancione di tessuto leggero con la manica a tre quarti.
Porta al collo una splendida collana di bellissime rose rosse.
Maggio, essendo il mese dei matrimoni, in testa ha un bellissimo velo da sposa; nell’anulare di una mano porta la fede e nell’altro l’anello di fidanzamento.
In una mano tiene un grazioso cestino colmo di mature fragole rosse, e nell’altra un’immagine della Madonna con attaccato un grande rosario celeste.
Maggio è gentile e solare: per questo è amata da tutti.

La simpatica Giugno
Io immagino il mese di Giugno come una ragazza bionda con i capelli ricci, gli occhi azzurri, il nasino a patatina, le lentiggini e le guance rosse.
Giugno ha le orecchie a sventola e le ciglia lunghe.
Giugno porta in testa un grazioso cappellino a visiera rosso, una salopette di jeans con sotto una magliettina a righine bianche e rosse e delle ciliegie come orecchini.
Giugno è allegra, solare e molto molto simpatica!
In una mano ha una bella e scintillante falce e nell’altra un mazzo di grano maturo e anche un cestino di paglia dorata con dentro: albicocche, pesche e ciliegie.
Il passatempo preferito di Giugno è arrampicarsi sugli alberi ricchi di frutti dorati e maturi.
Giugno è un mese davvero bellissimo.

Luglio montanaro
Io immagino il mese di Luglio come un ragazzo coi capelli rossi, gli occhi blu e le guance rosse.
Luglio va sempre in vacanza in montagna!
Indossa una maglietta, pantaloncini, zaino e scarponi e si attrezza con picozza e corde molto molto robuste.
Luglio ha un carattere allegro e vivace ed è amato da tutti.
Di mestiere fa il salsicciaio e vende salsicce a volontà.
Il piatto preferito di Luglio è la polenta con salsiccia, fontina e funghi, che accompagna con un bel bicchiere di vino rosso.
La sua vita è bella perché durante i mesi estivi sta sulle Alpi al fresco.  

L’accaldato Agosto
Io immagino il mese di Agosto come un ragazzo al mare, coi capelli rossi, il cappello di paglia, gli occhiali da sole, il costume da bagno ed il salvagente.
Ad Agosto piace tanto stare sotto il sole cocente e fare lunghi bagni rinfrescanti e nel frattempo pesca col retino e raccoglie conchiglie.
Il suo passatempo preferito è stare sotto l’ombrellone a gustarsi una bella bibita ghiacciata e un bel gelato alla frutta.
Agosto ha un carattere allegro e vivace ma nel frattempo stancante e noioso perché porta caldo e afa.
Agosto ha un sacco di amici, che è tutta la gente che va in ferie.


La gioiosa Settembre
Io immagino il mese di Settembre come una donna coi capelli rossi, ricci, gli occhi blu e le guance rosse.
In testa porta una coroncina di foglioline secche rosse e gialle, un abito rosso scuro e delle scarpe marroni.
In una mano tiene come borsetta un cespuglio di bacche rosse e nell’altra il torchio per pigiare l’uva nella tinozza che ha accanto.
Mentre il sole diventa pallido e le giornate più brevi, Settembre svolge il suo lavoro: quello di vendemmiare e di preparare il vino per l’anno nuovo.
Settembre ha un carattere gioioso ed è sempre un po’ alticcia a forza di fare assaggini di mosto!
Il mese di settembre è proprio la porta dell’autunno!

Il conte Ottobre
Io immagino il mese di ottobre come un conte di circa sessant’anni coi capelli marrone scuro, gli occhi verde oliva ed i baffi.
Ottobre è un cacciatore un po’ particolare perché quando ha davanti la preda non trova mai il coraggio di sparare.
Infatti la sua migliore amica è una volpina rossa che lo segue dovunque vada.
Il conte Ottobre veste di una giacca bordeaux, un berretto verde oliva, pantaloni neri e stivali verde scuro.
Ottobre non ci vede molto bene e per questo indossa sempre una lente sull’occhio destro.
Ottobre ama molto passeggiare in campagna tra le colorate foglie secche che l’autunno fa cadere dagli alberi.

Il grigio Novembre
Io immagino il mese di Novembre come un vecchio signore coi capelli bianchi e gli occhi verdoni.
Veste di una giacca di panno grigio, una camicia di flanella azzurra, dei pantaloni di fustagno, delle scarpe di cuoio pesante e una cuffia di lana marrone.
Novembre in una mano porta un mazzolino di crisantemi da portare al cimitero a suo nonno defunto.
Nell’altra mano tiene un cesto di castagne grosse e lucide, che a lui piacciono molto.
Novembre è molto amico di uno scoiattolo e di una riccetta a cui lui ha portato delle coperte calde per coprirsi, in modo che possano passare l’inverno al calduccio, nelle loro tane.
Di carattere è cupo e un po’ triste ma è molto buono di cuore, per questo è amico anche degli animali.

Il vecchio Dicembre
Io immagino il mese di Dicembre come un vecchio con i capelli grigi, i baffi, la cuffia, dei grandi occhioni azzurri e un viso dolce pieno di rughe.
Dicembre è un omone grosso e molto curvo perché porta sulle spalle tutto il peso dell’anno.
Porta con sé la neve ed il vento gelido dell’inverno.
Con una mano tiene un cestino pieno di frutta secca e con l’altra tira uno slittino con sopra Gesù Bambino appena nato.


8 commenti:

  1. wow!! pensa che bello se create un calendario da regalare per l'anno nuovo con tutti questi disegni.
    Ma la cena a tema dell'inverno è già stata fatta? mi piaceva un sacco questa idea!
    Oggi ho iniziato un piccolo percorso con gregorio sui colori primari, viva il giallo con matite tempere pennarelli (il giovane ha una notevole manualità)!!!...volevo creare delle vaschette sensoriali, speriamo.

    RispondiElimina
  2. Cara Ele, come mi fa piacere la tua domanda! Il pranzo dell'inverno è in fase di progettazione e sarà fatto, se tutto fila liscio, l'ultima domenica di gennaio.

    Buon lavoro con Gregorio! Il giallo ed il rosso sono sempre i colori che entusiasmano di più i bambini piccoli!

    RispondiElimina
  3. * innanzitutto chiedo scusa se ultimamente non sono più passata e quindi faccio a te e a tutta la tua meravigliosa famiglia i miei più sinceri auguri per un 2013 pieno di tante cose belle e sogni realizzati
    * fantastici i lavori svolti con tanta maestria dalla super Margherita a cui vanno tutti i miei complimenti... si legge che dietro c'è la mano di una super mamma
    Tante serene e gioiose giornate a tutti
    nonnAnna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati, NonnAnna! Anch'io non riesco mai ad aggiornarmi regolarmente su tutti i blog che mi piacciono. Però ci tenevo a salutarti, perchè sai che ti apprezzo tanto come persona, come nonna e come educatrice. Grazie di tutto e buona giornata!

      Elimina
  4. Ho deciso...Posso chiedere al Ministro Profumo di averti come collega a vita??
    Questo lavoro sui mesi dell'anno è veramente bello. Ecco cosa manca alla scuola pubblica. Il tempo di potersi organizzare il lunga distanza e creare una didattica assolutamente trasversale e legata al vivere quotidiano. Purtroppo nella scuola ciò non avviene e me ne dispiaccio. Proverò a prendere spunto dal tuo lavoro, ma so già che mi limiterò. Stiamo proprio per iniziare il ripasso dei mesi e delle stagioni e a breve cominceremo ad analizzare i testi descrittivi. Vediamo cosa riesco a realizzare.
    Margherita è stata veramente brava! Ciao Ciao Mariuccia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Mariuccia, anche a me piacerebbe tantissimo avere una collega come te! Questa "proposta", tra l'altro, oltre ad onorarmi moltissimo, mostra quanto tu sia una persona matura, aperta ed equilibrata. Questo anche perchè sei in grado di non fermarti al mero fatto che la nostra sia una "scuoletta familiare", ma sai andare oltre e guardare al cuore delle cose. Sui limiti della scuola italiana mi trovi -purtroppo- d'accordo: per sua stessa costituzione non permette un vero approccio interdisciplinare e risente molto di una tempistica fredda ed affannosa, legata agli oracoli dei programmi ministeriali. Poi, però, ci sono tanti insegnanti volenterosi, creativi e competenti come te, che incontrare sul proprio cammino è sempre una gran fortuna.
      Grazie infinite per le tue bellissime parole e buona domenica!

      Elimina
  5. E' un bellissimo lavoro Elly!!
    Concordo totalmente con ciò che ha scritto Mariuccia qui sopra.
    A fine gennaio dovrò iscrivere Dada alla scuola primaria e non sai tra noi mamme quanti dubbi e perplessità!!!
    Per tornate al lavoro dei tuoi bimbi... il mio preferito è Ottobre! Ama gli animali (nonostante il fucile ;) veste di colori caldi e ama l'autunno, un pò come me!! Ah, ma io son senza fucile eh!!!
    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, cara Fairy! Capisco bene i dubbi e le perplessità di fronte ad un momento così significativo della vita! Ma una mamma attenta ed amorevole come te è già un ottimo punto di partenza e riferimento! Ottobre piace molto anche a me, anche se trovo che il più simpatico -e spia di una bimba golosona- sia Luglio salsicciaio!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...