martedì 8 gennaio 2013

Le nostre feste natalizie


Ieri, rimettendo negli scatoloni i tanti addobbi natalizi, ci ha preso la solita malinconia che ogni anno ci pervade nel vedere improvvisamente la nostra casa vuotata dalla magica atmosfera natalizia, oltre che dell'albero e del presepe.
Quest'anno, in particolare, abbiamo vissuto delle feste serene, molto tradizionali, con tanti momenti belli sempre qui, a casa nostra, con i nonni, gli zii, ma anche i nostri amici di sempre.
Quindi, riordinando il materiale concreto delle nostre feste appena concluse, mi piace l'idea di riordinare e fissare un po', qui con voi, anche i ricordi di un Santo Natale che per noi è stato davvero speciale, nella sua semplicità.
Resterà in noi il ricordo dei momenti solenni, celebrati in maniera così particolare, da terremotati, sotto alla nostra Chiesa-tendone...

Resterà in noi il ricordo delle nostre tavole... quella rossa dalla Vigilia e del giorno di Natale...
E quella tutta d'oro di Capodanno...

... dei nostri lavoretti realizzati con tanto amore e pazienza ed assegnati a ciascuno dei nostri cari con altrettanta attenzione...
... il ricordo di tanto cibo preparato con cura, con aderenza alla tradizione ed attenzione al sapore ma anche alla gradevolezza estetica...
Tortellini e tortelloni...

Ravioli-stelle ripieni ai formaggi

Tomini in crosta

la torta della Vigilia, preparata dalla nonna L.

... Resterà il ricordo di candele, fiammelle e luccichii...
corona di pane farcita, abbellita da una candelina galleggiante su acqua e brillantini rossi

Resterà, soprattutto, il ricordo dei sorrisi dei nostri bambini...

...delle note di "Astro del ciel" suonato per noi da Margherita...

... il ricordo del tocco di rosso negli abitini eleganti...


E, forse più di tutto, dei bambini belli, composti e raggianti, nei loro costumi per la nostra "recitina"...

Ecco qui gli "autoritratti" di ciascuno di loro...

E, per concludere, ecco il tema di Margherita, che descrive molto bene ciò che proviamo un po' tutti ripensando a questo bel Natale.

Il mio Natale
Quest’anno è stato un Natale veramente bellissimo, abbiamo fatto anche la recitina!
Tutto è cominciato già dal primo giorno d’Avvento, con il calendario dell’Avvento preparato con un alberello di legno e tanti cioccolatini che la mamma aveva legato con delle cordine dandogli la forma di tante stelle di cioccolato.
Tutte le mattine io e i miei fratellini aprivamo un cioccolatino dell’Avvento e poi papà o la mamma mi dettavano una parola del Dizionario dell’Avvento, e dopo io facevo un disegno di quello che avevo appena scritto che poi la mamma attaccava a un cartellone che sembrava un bel pacco regalo.
Naturalmente anche la casa è stata decorata con tanti lavoretti fatti con le nostre mani.
Le decorazioni dell’albero di Natale le abbiamo fatte noi con la plastica ondulata rossa e bianca che abbiamo decorato con tante belle formine di carta colorata che avevamo tagliato con tante piccole fustelle, che tagliano alla perfezione.
A partire dal 17 di ottobre ci siamo dedicati alla lavorazione dell’argilla per realizzare tanti bei lavoretti natalizi.
Abbiamo modellato l’argilla in tante forme natalizie che abbiamo lasciato seccare, poi dipinto e infine lucidato.
Abbiamo usato la maggior parte delle formine per realizzare delle meravigliose palle di Natale luccicanti e trasparenti.
Per papà, invece, abbiamo fatto un lavoro più elaborato: un presepe fatto con una vecchia scatola da scarpe, della paglia di una sedia rotta, ma la cosa più speciale è che dentro c’è la statuina più bella di tutti noi compresa la mamma.
Finalmente è arrivato il tanto atteso giorno di Natale: quando sono arrivati i nonni gli abbiamo detto subito di sedersi perché dovevamo preparare loro una sorpresa.
Siamo andati in camera e abbiamo indossato i nostri costumi per la recita. Io e Mariangela eravamo vestite da angiolette con vestiti bianchi, ali e coroncina; Camilla era vestita da Madonna; Giovanni da San Giuseppe e un bambolotto faceva Gesù Bambino perché Tommaso non lo voleva proprio fare.
Appena i nonni ci hanno visti sono rimasti a bocca aperta!
Ognuno di noi ha recitato una parte della storia del Natale ed anche una parte della poesia “Alfabeto di Natale”: io ero emozionata, felice e mi sentivo molto bella.
Dopo di ciò ci siamo scambiati i regali e poi siamo andati a tavola per un ottimo pranzo natalizio.
È stato il Natale più bello della mia vita.  


12 commenti:

  1. Grazie, grazie, grazie.
    Portate sempre una ventata di felicità e di amore nella mia vita.
    Non avete idea di quanto importanti siete!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tanto, cara Catia: sai che il tutto è assolutamente reciproco!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Grazie! Pensa che ero incerta se scrivere o meno questo post: mi sembrava troppo "intimo" per poter interessare qualcuno all'esterno dello stretto nucleo familiare...

      Elimina
  3. che belle foto!! deve essere ancora più magico il natale con 5 bimbi in casa!!!
    Senti visto che avete così tanti bimbi avrete sicuramente esperienza: ho scritto un post su come togliere il ciuccio ai bambini e sto cercando di raccogliere i racconti delle mamme che ci sono già passate.. ti va di passare a lasciare un commento raccontando come avete tolto il ciuccio ai vostri 5 figli (ammesso che lo abbiano usato)? grazie
    http://mammastudia.blogspot.it/2013/01/il-ciuccio-come-e-quando-toglierlo.html?showComment=1357723547746#c3631274439195513714

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Mamma Cì!
      Ho appena risposto all'appello! La nostra esperienza in materia-ciuccio è molto varia...

      Elimina
  4. Hai ragione mamma Elly e' un post molto intimo e ti ringrazio per averlo condiviso!ancora una volta le parole di Margherita mi hanno toccato il cuore..
    Ma ad attendervi davanti alla chiesa ci sono san Francesco e santa Chiara?
    Un abbraccio specialissimo da mamma Simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, proprio San Francesco e Santa Chiara. Siamo all'interno del parco di un convento francescano, che ospita la chiesa-gazebo nell'attesa di una soluzione più stabile. E' lì che Margherita, tra l'altro, ha fatto la sua Prima Comunione.

      Elimina
  5. Ciao MammaElly, è sempre bellissimo ed emozionante venirti a trovare e leggere della vostra bellissima famiglia!Siete stupendi! E' sempre triste anche per noi metter via le cose del Natale....ma sai che il nuovo anno porterà una sorellina(ancora al 99% forse può diventare ancora fratellino!!)per BabyGiorgia!!!ci tenevo a dirtelo perché siete un grande esempio di amore!!!un grandissimo abbraccio a tutti!
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bellissima notizia!!! Grazie, Laura, per averci resi partecipi di questa grande gioia! E poi vedrai che compagnia si faranno le due sorelline!!!

      Elimina
  6. Ciao Elly!
    Che bel post, ma anche tutti quelli degli ultimi giorni!
    Io sono in crisi con il blog: abbiamo problemi al pc già da prima delle feste e durante le feste mi si sono ammalate le bimbe...nonostante tutto anche noi abbiamo passato un bel periodo.
    A presto, Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Flavia e grazie di tutto!!!
      Dai, non preoccuparti per il blog: noi lettori ti aspettiamo!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...