mercoledì 23 novembre 2011

Pupazzetti patatosi


Dopo aver cucinato le patate, abbiamo passato un divertentissimo pomeriggio a giocarci, costruendo degli allegri pupazzetti che hanno davvero entusiasmato i bambini.
E' sempre la bellezza delle cose semplici, piccole, quotidiane, la magia della fantasia che -da alcune banalissime patate, stecchini di legno, colla e gomme crepla- ha fatto nascere quello che Margherita, in un momento di pieno entusiasmo, ha addirittura definito: "il giocattolo più bello che io abbia mai avuto!"...
Il tocco "speciale", per loro, è stato dato dagli occhietti di plastica mobili, a partire dai quali le loro patate hanno "preso vita".
Insomma, con un po' di impegno creativo ed una minma spesa, è nato un gioco bello, nuovo ed originale che, come nostro solito, ha poi dato inizio ad altre attività più propriamente "didattiche".
 




3 commenti:

  1. Questa didattica delle patate è simpaticissima, complimenti per l'allegria e per la fantasia!

    RispondiElimina
  2. Belle le vostre patate-pupazzo! :)
    Grazie per il consiglio dell'asciugatrice... mi ci voleva proprio il parere di una mamma+5! (Che bello: 5!)
    Ciao, buona serata!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...