mercoledì 28 novembre 2012

La settimana del pulcino

Il titolo, lo so, non è affatto originale.
Così com'è tutt'altro che inedita la cara, vecchia filastrocca del pulcino.
In questo periodo, però, Camilla e Mariangela (classe I) stanno prendendo confidenza con le prime, basilari nozioni di storia come "tempo che passa", con la distinzione tra tempo cronologico e tempo atmosferico, ecc.
A questo proposito, noi utilizziamo ormai da tanto i nostri orologi del tempo, che vi avevo mostrato già lo scorso anno.

Ora -su richiesta delle bambine- abbiamo ripreso la "Settimana del pulcino" per imparare meglio i nomi dei giorni della settimana nel loro ripetersi ciclicamente.
Ho preparato dei semplici disegni (con didascalie in stampatello maiuscolo) che le bambine e  Giovanni hanno colorato giorno per giorno:







Se volete, sono scaricabili da qui.
Poi, abbiamo trovato alcune graziose versioni cantate della settimana del pulcino.
La nostra preferita è la prima, disponibile anche in versione karaoke: 





Infine, abbiamo preparato il pulcino-planner del menù settimanale:

Versione con le righe, per farlo compilare ai bambini
senza righe, per un uso più libero.

Questa semplice tabella si sta rivelando uno strumento utile su più fronti: oltre a consolidare la conoscenza dei giorni della settimana, compilarlo tutti insieme, il lunedì mattina, è in brevissimo tempo diventato un nuovo, piccolo e piacevole rituale familiare.
Programmare i pasti permette, poi, di variare maggiormente e bilanciare i vari alimenti in maniera più consapevole, oltre ad essere una facilitazione della gestione domestica e della spesa alimentare.
Nel nostro caso, poi, il planner del pulcino contribuisce a calmare una certa ansia di Camilla che, per natura tesa a programmare i minimi dettagli della vita quotidiana e a volere tutto sotto controllo,  ad ogni momento chiedeva: "cosa mangiamo oggi a pranzo? e a cena' e domani? e domenica?". Ora può avere sempre la risposta pronta grazie al piccolo pulcino, e a questo foglio sempre disponibile, appeso in cucina.

In conclusione, il nostro "lavoro sul pulcino" è estremamente semplice ed intuitivo, ma proprio per questo aiuta la memorizzazione ed il collegamento con la realtà del tempo che passa anche per i bimbi più piccoli.

Nel prossimo post andremo un po' "a gambero", con una storiella per imparare i vari momenti della giornata.

7 commenti:

  1. Molto carina questa idea del pulcino, che sembrerà strano, non conoscevo.

    RispondiElimina
  2. che ridere volevo scriverti una mail per l'argomento orologi del tempo!!!grazaieeeee mammaSimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo sempre più telepatiche, io e te!!!!

      Elimina
    2. hihihi :)))))))))

      Elimina
  3. Ho pubblicato i nuovi teachable moments fino la 12 dicembre! Ti aspetto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Al momento non ho in programma un argomento particolare, però, chissà, strada facendo...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...