venerdì 2 giugno 2017

I libri di Margherita: I misteri di Chalk Hill


I MISTERI DI CHALK HILL
DATI EDITORIALI
Titolo:  I misteri di Chalk Hill
Autore: Susanne Goga
Casa Editrice: Giunti, formato Kindle
Numero di pagine: 344
GENERE DEL LIBRO
Romanzo giallo, romanzo storico-sentimentale.

LUOGHI DELLA STORIA
Inghilterra, Surrey, albergo, Chalk Hill, camera di Charlotte nella torre, scale, sala da pranzo, camera di Emily, giardino, foresta, porticina verde, camera di Sir Andrew, camera di Nora, cantina, Dover, Mickleham, sala da tè, casa di Tilly Burke, rive del torrente, cimitero, farmacia, Westhumble, Londra, Clerkenwell, Savoy Grill, casa di Thomas Ashdown, sede per la ricerca psichica, Liverpool.

TEMPO DELLA STORIA
Indefinito.
PERSONAGGI PRINCIPALI
Charlotte Pauly, Emily Clayworth, Lady Ellen, Sir Andrew Clayworth, Thomas Ashdown, Nora, Tilly Burke, governante, domestici, Emma, amici di Thamas (Tom), cocchiere di Chalk Hill, Belvoir e altri personaggi minori.

TRAMA
Charlotte Pauly è una ragazza che, a causa di uno scandalo a Berlino, in Germania, il suo Paese natale, è dovuta scappare via e cercare altrove un lavoro come istitutrice.
L’ha trovato in Inghilterra, nel Surrey, in un’antica tenuta chiamata Chalk Hill, avvolta dalle tetre e lussureggianti foreste della contea.
Charlotte è subito affascinata da quel posto, dai dintorni, dalla mura antiche della villa, dalla sua camera situata nella torre, e la bambina a cui insegnerà, Emily Clayworth, è davvero deliziosa.
Ben presto, però, la donna si rende conto che qualcosa non va: dalle informazioni che il padre della bambina le ha fornito, il gelido e altezzoso Sir Andrew, è venuta a sapere solo che la scorsa primavera la moglie è morta e che prima la bimba era stata frequentemente molto malata, ma che fortunatamente adesso godeva di ottima salute.
Nulla di più, né di che cosa soffrisse la bambina, né come sia morta la madre.
Ma la cosa che più la spaventa è proprio Emily: la bambina di notte è preda di terribili incubi in cui ricorda la malattia e dice di vedere la madre, in giardino, che la chiama e le promette che verrà presto, verrà presto a prenderla.
Emily, in questi momenti, sale sul davanzale e una volta arriva perfino a scendere da sola in cortile, di notte, per raggiungere la madre che la chiama.
La madre è morta, come fa allora a chiamare la piccola a sè?
Charlotte non capisce, la bambina non è impazzita, eppure dice di vedere la madre, di udire la sua voce, distinguere la sua sagoma stagliarsi nel buio della notte.
Chiedendo in giro, visto che nessuno a Chalk Hill pare volerla aiutare, scopre che la madre di Emily, Lady Ellen Clayworth, è morta annegata nel fiume, il Mole, che scorre lì vicino, e non si sa come, se sia scivolata oppure abbia tentato il suicidio: hanno trovato soltanto una sciarpa color avorio, più giù, impigliata in un ramo,  la sciarpa di Lady Ellen, il cui corpo, però, non è mai stato ritrovato.
Una persona in particolare, però, insospettisce Charlotte, ed è Nora, la bambinaia di Emily.
Quando gli attacchi di Emily si fanno più gravi e incalzanti, Sir Andrew, disperato, si rivolge alla Società per la ricerca psichica, una specie di associazione di scaccia fantasmi.
L’incaricato per il “caso” è Thomas (Tom) Ashdown, un affascinate giornalista e critico teatrale che lavora anche nell'ambito dell’inspiegabile e del sopranaturale.
Insieme a Charlotte cominciano a indagare: scoprono che nella camera di Charlotte, che prima era quella di Lady Ellen, sotto un asse è nascosta una boccetta di antimoniltartrato di potassio, una sostanza che provoca mal di testa, vomito, nausea... Qual è la realtà?
La piccola Emily vede davvero i fantasmi?
E  cosa si nasconde dietro la figura della madre che chiama a sè la propria bambina dal buio della notte?
E se la verità fosse ancora più sconvolgente d quanto si potesse pensare?

COMMENTO PERSONALE
Questo libro mi è piaciuto moltissimo.
E’ un genere che non avevo mai letto e sinceramente ho amato questo romanzo.
E’ una storia avvincente, piena di suspense, in cui il mistero di base viene svelato piano piano, un mistero veramente agghiacciante.
Una storia da brivido, descritta benissimo.
Il personaggio di Lady Ellen non è più così positivo come appariva all’inizio, ma molto disturbato.
L’unica cosa che non mi è molto piaciuta è stata la ricerca psichica, i fantasmi tirati in ballo, i medium, le supposizioni, anche se so che realmente in quel periodo storico (siamo nel 1890) non si escludesse a priori l’esistenza dei fantasmi.
Ma forse è perché io, per convinzione religiosa, non ammetto l’esistenza dei fantasmi, la cui esistenza, per l’appunto, non è mai stata accertata in nessun modo e ciò non avverrà mai.
Per il resto è un bellissimo libro, davvero splendido e ben fatto, ideato e scritto meravigliosamente.



Con questo post partecipo al  "Venerdì del libro" di "HomeMadeMamma".

2 commenti:

  1. La tua recensione mi ha messo una gran voglia di leggerlo. Lo farò di sicuro. Grazie,è tanto che non leggo romanzi;apprezzo solitamente,di più i saggi.

    RispondiElimina
  2. Ne avevo già sentito dir bene, e credo sia il momento di provarlo ^_^

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...