martedì 22 ottobre 2013

La cena dell'autunno 2013

Dopo il centrotavola e l'allestimento della tavola stessa, eccoci finalmente alla nostra "Cena dell'autunno".
Questo sarà -come gli altri della stessa specie- un post lungo e ricco di immagini, dato che il menù articolato e l'occasione speciale ci hanno impegnati anche questa volta-tra cucina e decorazioni- per diversi giorni. 
Innanzitutto, abbiamo pensato al menù.
Volevamo realizzare dei piatti gustosi, utilizzando tanti prodotti tipici dell'autunno e fare tutto in casa, e nel contempo non replicare troppo quello che avevamo preparato lo scorso anno.
D'altra parte, essendo i commensali in gran parte bambini, non era proprio pensabile esulare troppo dai nostri gusti per andare a scovare ricette molto particolari solo per utilizzare prodotti stagionali in versione alternativa. Abbiamo quindi  pensato a funghi, nocciole, zucca, patate, prugne ed uva. 
Una volta definito il menù, i bimbi lo hanno scritto digitando i nomi delle varie portate sulla tastiera del pc, un po' per uno: un utile esercizio di scrittura ed una piccola lezioncina di informatica, grazie anche all'aggiunta delle immagini.
Ed ora vi descriverò le varie portate in maniera dettagliata, con i passo-passo del lavoro dei bimbi nelle varie parti della ricetta. Per maggior chiarezza, l'ordine di esposizione non corrisponde a quello del nostro lavoro, ma alla successione del menù (eccezion fatta per il pane a grappolo d'uva, di cui vi ho già parlato a parte). 

1 - GARGANELLI SALSICCIA E FUNGHI
Un formato di pasta tradizionale realizzato tutto da noi, in casa, con tanta pazienza e buona volontà, un po' per volta. Grazie all'apposito strumento di legno, i bambini hanno arrotolato i quadratini (anzi, i piccoli rombi) di sfoglia sul bastoncino passandoli sul taglierino rigato. Un lavoretto rilassante, adatto a bimbi di tutte le età, tra l'altro molto utile per sviluppare od affinare la motricità fine e la coordinazione oculo-manuale.
Così, garganello dopo garganello, siamo arrivati a produrne circa 1,5 kg!

Come condimento.abbiamo preparato un ragù di salsiccia e funghi.
I funghi, prodotto-simbolo dell'autunno, sono stati tagliati dai bambini con grande accuratezza, curiosità e divertimento. Poi li abbiamo messi a cuocere in padella con un po' di olio ed aglio.

A parte, abbiamo preparato la salsiccia, eliminando la pelle, schiacciandola e cuocendola. Alla fine abbiamo unito le due componenti, per un condimento molto gustoso e dal sapore tutto autunnale..

2- ARROSTO SUPER-FARCITO AL LATTE E NOCCIOLE
Come secondo piatto, abbiamo pensato ad un arrosto arrotolato, cotto al latte con aggiunta di nocciole tritate come elemento di stagione.
Nonostante la complessità della preparazione, ho voluto dare un ruolo molto attivo ai bambini, cercando di far fare loro più passaggi possibili.
Innanzitutto, abbiamo preparato una "frittata" di uova e Parmigiano, cuocendola poi in forno.
Intanto, abbiamo tagliato le nocciole, sminuzzandole il più possibile.
Ed eccoci alla preparazione della carne e all'assemblaggio dell'arrosto.
Sulla parte esterna, una fettona di lonza di maiale, abbiamo adagiato alcune fette di petto di pollo ben battute dai bimbi (non immaginate quanto si siano divertiti, con il batticarne!); poi mortadella, frittata ed, al centro, un pezzettone di formaggio.
A questo punto abbiamo arrotolato il tutto ed abbiamo legato il nostro arrostone con lo spago. 

Per una cottura più morbida, lo abbiamo poi avvolto in carta-forno e poi via, a rosolarsi in pentola con gli odori e poi a cuocersi con il trito di nocciole e tanto latte per alcune ore.
Una volta freddo, l'arrosto è stato tagliato a fette e cosparso del sughetto di cottura, intanto frullato per una migliore consistenza. Un passaggio in forno per gustarlo caldo e via!

3 - FUNGHI IN CARROZZA
Una ricettina ghiotta e sfiziosa di Benedetta Parodi. Noi l'abbiamo realizzata aggiungendo ad una parte dei funghi cucinati per il sugo della pasta un po' di macinato di manzo rosolato ed una manciata di formaggio a cubettini.
Il tutto è stato amalgamato e posto tra due fette di pane in cassetta, poi passato un paio di volte nell'uovo e nel pangrattato, come nella più classica mozzarella in carrozza. Ed ecco i nostri funghi in carrozza pronti per essere fritti!

4 - PURE' DI PATATE E PURE' DI ZUCCA
Un classico, quello di patate; un po' diverso dal solito, quello di zucca: colori e sapori autunnali ed il bel gioco con lo schiacciapatate.

5 - CROSTATA ALL'UVA
Un guscio di pastafrolla impastata a mano e poi cotta "in bianco", con i fagioli; 

un bello strato di crema pasticciera;

...e tanti acini d'uva bianca e nera tagliati a metà, denocciolati pazientemente ed infine disposti con la maggior simmetria e regolarità possibile.
Per una torta tutta autunnale e sempre buona!

6 - SFOGLIATINE ALLA PRUGNE E MELE
Pensando all'autunno, ai suoi colori e ai suoi prodotti, ci è venuto in mente di preparare anche questi semplicissimi dolcetti che, al di là delle aspettative ed oltre il loro aspetto invitante, sono piaciuti davvero a tutti.
Abbiamo ritagliato dellle formine di pasta-sfoglia, su cui abbiamo adagiato un cucchiaino di confettura di prugne e poi fettine di mela o prugna rossa. Una spolveratina di zucchero, un'infornata veloce et voilà!

Ed ora, ecco finalmente le nostra CENA DELL’AUTUNNO pronta e servita in tavola!

PANE A GRAPPOLO D’UVA CON SORPRESA


GARGANELLI SALSICCIA E FUNGHI


Per qualcuno, anche in versione "solo-salsiccia"!


ARROSTO SUPER-FARCITO AL LATTE E NOCCIOLE

FUNGHI IN CARROZZA


PURÈ DI PATATE e PURÈ DI ZUCCA


CROSTATA ALL’UVA


SFOGLIATINE ALLE PRUGNE E MELE


BUON APPETITOOO!!!!!

12 commenti:

  1. La torta all'uva te la copio ho una marea di uva da utilizzare però la farò in versione tutta nera ..e mi sa anche che farò i funghi in carrozza .
    Questa sera anche Leonardo si è dato molto da fare nel prepare la cena ha impannato le cotolette lavato e tagliato i peperoni da grigliare è sempre bello coinvolgerli in cucina.
    buona serata mamma Elly e un bacino ai tuoi cuccioli.
    con affetto Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene!!! La crostata alla frutta è sempre un bel modo per valorizzare ciò che abbiamo in casa! Tra l'altro, la nostra uva era benedetta: veniva dal convento delle suorine di clausura!
      Bravo Leonardo! E la mamma, che lo fa giocare ed imparare in cucina! Buona serata anche a voi!

      Elimina
  2. immagino che i vostri commensali siano sempre sorpresi e sodisfatti. Che bravi che siete.Tutti in cucina a lavorare,a darsi una mano ea divertirsi! Un abbraccio Elena

    RispondiElimina
  3. Ma come fai a coinvolgere sempre i bimbi? Non si stancano mai?

    Io adoro cucinare, apparecchiare, preparare le feste... ma i miei (9, 7 e 2 anni) mi seguono poco. Si annoiano, o hanno altro da fare...

    O forse pretendo troppo io? Nel senso: se lo fanno e dopo 10-15 minuti sono stanchi, io lo soncidero un fallimento. Invece è giusto così? Dovrei prepararli prima. Dovrei mostrare la cosa come un qualcosa 'da fare?

    Non so, mi sembra di essere proprio incapace io di coinvolgerli a stare con me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma nooo! Non è questione di essere capaci o incapaci! Il più è trovare il momento ed il modo "giusto"! I miei bimbi mi hanno sempre seguita naturalmente, ma a volte si rischia il caos. A questo, ma anche alla possibile noia, noi abbiamo fatto fronte frammentando il lavoro in più giorni e tanti momenti. Considera che, per preparare le nostre cene e pranzi a tema, impieghiamo circa una settimana. Queste giornate vedono alternarsi i bambini nelle varie preparazioni, quindi, oltre a momenti collettivi, ce ne sono molti di coppia o singoli, o di tre. In questo, li lascio molto liberi. Così, quando è il momento di fare una determinata cosa, chi partecipa è davvero motivato. L'effetto complessivo è che tutti, alla fine, hanno un ruolo molto attivo e partecipano davvero. Per questa cena, ad esempio, Camilla ha partecipato a tutte le attività proposte, Margherita ha saltato solo i funghi, Giovanni si è appassionato in particolare alla carne, Mariangela ha impanato da sola i funghi in carrozza... Tutti, però, hanno fatto i garganelli, un po' alla volta, dato che l'attrezzino era uno solo.
      Un altro "segreto" è decidere cosa preparare insieme a loro: sentirsi importanti e dotati di potere decisionale è spesso determinante, poi, per la determinazione e la voglia di fare concretamente cosa si è pensato insieme,

      Elimina
  4. S P E T T A C O L O! Meravigliosi adorabili fantastici cuccioli e mammaElly! Grazie della vostra condivisione! Come dicono i giovani vi Lovvo troppo! MammaSimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vi "lovviamo" anche noi, e ci piacerebbe molto, prima o poi, invitarvi davvero a cena qui!

      Elimina
  5. il pane è una meraviglia e i garganelli.... mi piacciono un sacco, devo provare a farli con i miei pupi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, CioccoMamma!!! Provate: ci vuole un bel po' di pazienza ma non è difficile...

      Elimina
  6. Abbiamo fatto la torta con grande successo tanto che la mia bimba più grande l'ha voluta rifare tutta da sola ma che squisitezza. Presto proveremo anche il pane a forma di grappolo. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che soddisfazione!!! Mi fa davvero tanto piacere! Grazie per avermelo scritto.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...