giovedì 6 giugno 2013

Il gioco dei pompieri: divise e preparativi


Per rendere più attivo il nostro percorso alla scoperta dei Vigili del Fuoco, lo scorso 18 aprile abbiamo organizzato e svolto un nostro specialissimo "Gioco dei pompieri". 
Il tutto è stato organizzato nei minimi dettagli, con tanti preparativi, qualche idea preventivamente condivisa con i bambini, tante aspettative e diverse sorprese per loro che hanno reso il gioco più avvincente, divertente e movimentato.
Mettendo ordine tra le tante foto scattate e le varie immagini, mi sono resa conto che un unico post sarebbe risultato davvero troppo lungo e pesante: ho deciso, quindi, di dividere il racconto in due.
Oggi cominciamo con i preparativi, per passare, poi, al gioco vero e proprio nel prossimo post.

1 - Le divise
Per diventare pompieri per un giorno ci occorrevano, innanzitutto, delle divise.
Cercando di utilizzare ciò che avevamo già in casa, abbiamo pensato alle nostre cinque tute rosse.
Rosse come il fuoco e come gli automezzi dei pompieri.
Per renderle più carine e somiglianti alle vere uniformi, ho applicato sulle maniche e sui pantaloni di ciascuna una striscia gialla. Pensavo a del nastro adesivo giallo ma, non avendolo trovato, ho rimediato ritagliando quattro strisce per divisa di carta gialla per stampanti. Ogni striscia è stata poi plastificata ed attaccata con del nastro adesivo trasparente. Un lavoro lunghetto, per cinque, ma che ha subito reso speciali le nostre tute.
 

2 - Le pettorine 
Intanto, per personalizzare le divise, ogni bambino ha preparato una propria pettorina.
Anche per queste, siamo ricorsi al riciclo creativo. Avevamo conservato diverse scatole vuote di panettoni: ritagliando i trapezi e dipingendoli di tempera rossa, abbiamo ottenuto una buona base per le nostre pettorine fronte-retro.
Una volta asciutti, i pezzi di cartone sono stati completati con il disegno ed il nome di ogni pompiere, sul fronte, ed il semplice nome scritto con un pennarello rosso su fondo bianco, per il retro.
Inizialmente pensavo di legare i due cartoncini tra loro e farli indossare ai bambini a mò di panino. Facendo un po' di prove, però, ho notato che questo tendeva a compromettere la libertà di movimento. Queste pettorine sono, quindi, state molto più semplicemente fissate con del nastro adesivo trasparente direttamente sulle divise già indossate. Opzione molto più funzionale per i piccoli pompieri e insieme più pratica per la mamma.

3 - I contrassegni
Per i "contrassegni" dei singoli pompieri ho unito diversi elementi: un semplice ritratto del volto di ognuno di loro (recuperato elaborando quelli che utilizziamo per i nostri cartelloni tattili delle stagioni); il nome stampato in stampatello maiuscolo sempre in rosso e, per dare un tocco più professionale, il logo dei Vigili del Fuoco.

Ogni bambino ha colorato questi contrassegni in duplice copia: uno più grande per la pettorina ed uno più piccolo per il casco...

4 - I caschi. 
Dopo aver tanto pensato, ripensato, escogitato e navigato, alla fine mi sono risolta ad acquistare degli elmetti da pompiere di cartoncino, ideati per le feste dei bambini.
Si tratta di semplici sagome incollata su una striscia di cartoncino. Mancano di tridimensionalità, ma sono estremamente economici e leggeri, quindi comodi da indossare anche durante le varie prove di abilità. Noi, come dicevo, li abbiamo personalizzati e resi unici con i nostri contrassegni.

Ed ecco le nostre divise complete, appena indossate: 


Ed ora, pronte le nostre divise, vediamo gli elementi ed attrezzi per giocare pensati e preparati insieme ai bambini.

5 - Il fuoco
Per giocare ai pompieri, serve un bel fuoco da spegnere: noi lo abbiamo realizzato in gomma crepla arancione, gialla e rossa, unendo  tra loro le varie fiammelle con dei ferma-campioni.

6 - Gattini da salvare
Un paio di peluche da nascondere, intrappolare su qualche albero, o mettere in alto, così da farli salvare da valorosi pompieri!
7 - Corde per saltare
Per allenamenti da pompieri e... da usare a mò di tubo, per spegnere incendi!


Ed ora, ecco gli elementi preparati da me "in gran segreto" e nascosti nello zaino, per sorprendere e divertire i bambini al momento opportuno.

8 - Il fischietto
Per mamma e papà capi-pompieri; da usare per dare il via e lo stop alle varie prove di abilità.

9 - Gli spruzzini 
Non c'è gioco "di fuoco" che non comprenda anche l'acqua: tutti nuovi, tre rosa per le femmine e due azzurri per i maschi, già pieni d'acqua, da estrarre al momento opportuno.


10 - L'estintore
Per immedesimare in modo dolce e divertente nel ruolo dei pompieri... una bomboletta di panna spray travestita da estintore! Basta rivestirla di carta rossa ed aggiungere il logo dei pompieri! L'effetto-sorpresa è assicurato!

11 - Le medaglie
Cinque medaglie al valore per cinque pompieri coraggiosi.
Ognuna raffigurante il viso del bambino, stampate su cartoncino giallo, poi forate e finite da cordino per appenderle al collo.
Per rendere il tutto più "solenne", le ho inserite in una scatolina mai vista dai bambini, da nascondere e far trovare alla fine di tutto il gioco.


Ed ora, finiti i preparativi...

ECCO QUI I NOSTRI POMPIERI 
PRONTI PER LA LORO MISSIONE!!!

11 commenti:

  1. Questo è davvero un gioco speciale!
    Chissà come si sono divertiti i tuoi bambini!
    Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  2. Immagino il lavoro, ma sono veramente stupendi. E tu come stai? Un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Grazie, ragazze!
    @ Monica: così così... diciamo che, passato lo stordimento iniziale, mi sta arrivando addosso un bel macigno. Per fortuna ci sono i bambini!

    RispondiElimina
  4. mi avete regalato uno di quei sorrisi del cuore che solo voi miei amati BimbiFelici e Mamma Elly sapete regalarmi! GRAZIE!!! siete meravigliosi, Dio vi benedica, io sono con voi con tutto il cuore! mammaSImo

    RispondiElimina
  5. Io non ho più parole MA QUANTO SIETE BRAVI!!!!!
    P.S. Attenta che se per caso riesco a realizzare il mio progetto di home scooling cercherò di copiare moltissimi progetti che voi avete fatto. Se ci dovessi riuscire naturalmente prima ti chiedo il permesso!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Che belli i tuoi piccoli pompieri! Mi piace l'idea di fare un po' di movimento divertendosi, io ero una bimba poco agile (molto poco!) e ricordo ancora quanto detestavo le ore di educazione fisica a scuola...

    RispondiElimina
  7. Ma tu sei GENIALE!
    Bravissimi anche i bambini.
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  8. Grazia a tutte quante!
    @Adele: sarò ben lieta di cederti il "copyright"! Il senso del blog è proprio questo: condividere idee ed esperienze!

    @Autumn: idem anche io e Giorgio!

    RispondiElimina
  9. @Autumn e Elly vi batto! Ho imparato la capriola a 15 anni! Ma si può? Ahah un bacio mammasimo

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...