mercoledì 13 giugno 2018

Il dottor Testadura e la Città della Fortuna (by Giovanni)


Il dottor Testadura e la Città della Fortuna
C’era una volta il dottor Testadura, un uomo d’affari molto sfortunato.
Era basso, con il viso paffuto e due baffetti arricciati; indossava strani abiti di colore giallo e viola.
Portava sulla testa un cappello e aveva una valigia con sé.
In questa valigia c’era un po’ di tutto: cambi per i vestiti, una ruota per la macchina, un calendario, un gabinetto portatile, un piccone, una palla e molte altre cose.
Un giorno il dottor Testadura perse l’autobus con cui andava al lavoro , allora cercò di  seguirlo ma si perse tra i vicoli della città.
Dopo molte ore di cammino trovò uno strano posto mai visto: era la Città della  Fortuna, dove tutti erano sempre fortunati
Il dottor Testadura  pensò: “Forse anch’io sarò fortunato! Mi fermerò qui qualche giorno”.
Quella sera incontrò un uomo che abitava lì, che gli avrebbe fatto da guida: quell’uomo era molto alto magro, con il naso a punta, vestiti blu e rossi e un lungo cilindro.
Dopo un rapido giro della città i due si salutarono. Testadura trovò una vecchia auto senza una ruota e pensò: “Che fortuna! Ho proprio una ruota con me”.
Allora prese la sua dalla valigia e la attaccò.
L’auto non partì.
Testadura allora la riparò e aggiustò il motore.
Subito dopo l’auto partì a tutto gas, ma senza di lui.

Sconsolato, Testadura decise di andarsene  e non si fece mai più vedere.






1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...