venerdì 9 marzo 2018

I libri di Margherita: La figlia del mercante di seta


LA FIGLIA DEL MERCANTE DI SETA

DATI EDITORIALI
Titolo: La figlia del mercante di seta
Autore: Dinah Jefferies
Casa Editrice: Newton Compton Editori
Numero di pagine: 531
GENERE DEL LIBRO
Romanzo.
LUOGHI DELLA STORIA
Vietnam, Hanoi, villa della famiglia Duval, camera di Nicole, bagno condiviso da Nicole e Sylvie, cucina, giardino, orto, studio del padre, Quartiere Vietnamita, piccolo negozio delle sete, casa di Nicole, letto, casa di O-Lan, mercato, strade affollato di tutta la città, hotel, cantina, corridoio, stanza della cantina, sala da ballo, Huè, casa d’infanzia di Nicole, barca, Fiume dei Profumi, Nord del Vietnam, tram, villaggio, compagnia teatrale, motocicletta, campo profughi, barca verso l’Inghilterra, ponte superiore, Londra, appartamento del padre di Nicole e Sylvie.

TEMPO DELLA STORIA
Un paio di anni circa.
La storia comincia nel 1952.

PERSONAGGI PRINCIPALI
Nicole Duval, Sylvie Duval, Mark Jenson, Trân, padre di Nicole e Sylvie, Lisa, O-Lan, madre di Nicole e Sylvie, Yvette, Giraur, Yves, Duong, ufficiali francesi, ribelli Vietminh, Celeste, venditori e venditrici ambulanti, ragazzacci di strada e altri personaggi minori.

TRAMA
Nicole Duval è un graziosa ragazza di diciotto anni.
Di padre francese e madre vietnamita, quest’ultima è morta dandola alla luce, o così le hanno sempre raccontato.
Nicole ha una sorella maggiore, Sylvie, che all’apparenza ha tutto: è responsabile e affidabile, pacata, composta, elegante, bellissima.
Fin da bambina Nicole ha sofferto molto, credendo di essere l’unica responsabile della morte della mamma e per colpa dei dispetti di Sylvie e dell’eccessiva freddezza del padre. Soltanto Lisa, la gentile e materna cuoca francese, riesce a infondere un po’ di calore a Nicole, che da sempre di sente sbagliata.
La ragazza avverte troppo il confronto con la sorella maggiore, anche esteticamente: mentre Sylvie appare completamente francese, Nicole pare completamente vietnamita.
A tutto ciò si aggiunge la condotta impeccabile e responsabile di Sylvie e invece quella irresponsabile e avventata di Nicole.
Per tutte queste ragioni, quando il padre, troppo impegnato in questioni politiche, decide di abbandonare l’azienda, lascia tutto a Sylvie.
A Nicole affida soltanto un piccolo negozio di sete, vecchio e in disuso da anni, nel Quartiere Vietnamita delle città.
In tutto questo, Nicole conosce Mark, un affascinante e carismatico venditore di seta russo-americano, che poi si scoprirà essere coinvolto nelle squadre della CIA, e se ne innamora, come Sylvie.
Nicole è arrabbiata con il padre per aver lasciato l’intera azienda alla sorella, ma decide lo stesso di accettare il negozio di seta.
Lavorando lì, conosce la dolce e giovane O-Lan e suo cugino, il ribelle vietnamita Trân. Lavorando in un Quartiere dove di francese c’è ben poco, Nicole capisce che a causa della morte prematura della madre la parte vietnamita che è in se è stata sopita per troppo tempo...

COMMENTO PERSONALE
Questo libro mi è piaciuto moltissimo.
E’ seducente, emozionante, coinvolgente e unico.
E’ particolare e appassionante: esprime perfettamente il dilemma interno di una ragazza che si ritrova, ancora giovane, a dover scegliere fra due parti di se stessa, fra due ragazzi che ama ma nascondono segreti pericolosi e fra la sua famiglia e la sua vita...
Sullo sfondo del Vietnam francese in piena rivoluzione, è un libro che consiglio vivamente, per le atmosfere incredibili e le emozioni indimenticabili che suscita.



Con questo post partecipo al  "Venerdì del libro" di "HomeMadeMamma".

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...