giovedì 2 novembre 2017

Foto-parete

Da qualche giorno siamo riusciti a portare a termine un progetto che avevo in testa da un po': realizzare una "parete fotografica" nella nostra sala, una sorta di "parete dei ricordi", o, per dirla in termini meno nostalgici, un "come eravamo", la storia dei bambini dalla nascita ad ora tramite un maxi-collage delle loro fotografie più belle.
Di grandi fotografie la nostra casa ne aveva già tante: sono soprattutto foto in cui eravamo tutti insieme, o in cui PapàGiorgio fosse ritratto con i suoi tesori.
Le fotografie fissano un istante, un'emozione e ci raccontano, raccontano qualcosa di noi che 
-soprattutto riguardo i bambini- oggi è in un modo e domani sarà comunque cambiato.
Per questo, da quando Margherita aveva 18 mesi e Camilla 6, ogni anno, a Natale, abbiamo sempre realizzato dei foto-calendari da regalare ai nonni e parenti più stretti. 
Le foto sono state scattate quasi tutte da mio fratello, lo zio appassionato di fotografia, organizzando ogni anno diversi momenti e "piccoli set fotografici", generalmente all'aperto. Molte di esse,, però, sono foto spontanee ed estemporanee, magari di qualità inferiore, ma buffe o particolari.
L'idea della foto-parete mi è venuta qualche mese fa, dopo aver recuperato, purtroppo a seguito della scomparsa di una bisnonna, i foto-calendari che le avevamo regalato negli anni.
Mi sono consultata con i ragazzi e, dopo aver deciso che sì, l'idea poteva essere ok, abbiamo iniziato a metterci all'opera.
Innanzitutto, con tanta pazienza, in diverse sere, abbiamo ritagliato le tantissime foto dai vari calendari. A seconda degli anni, le fotografie potevano essere una quindicina o anche 50-60, perchè, cercando di rendere sempre nuovo lo stile dei nostri doni, a volte i calendari avevano una maxi-foto per pagina, altre volte tante, più piccole. Quindi recuperarle tutte ha comportato un certo impegno.
Poi, le foto sono state divise per soggetto, dividendole per bambino e selezionando, a parte, quelle collettive.
Abbiamo quindi iniziato a pensare a come realizzare concretamente la nostra parete.
Non volevo attaccare le foto direttamente al muro, per non rovinare nè le une, nè l'altro; non volevo ricorrere ad aiuti esterni, di copisterie, grafici o corniciai; non volevo spendere troppo, per cui avevo pensato ad un maxi-pannello di compensato.. ma non potevo caricarlo in auto... e cercavo un modo per rendere comunque fruibile la parete potendo staccare eventualmente il tutto, magari in occasione delle nostre feste o del Natale, o di occasioni particolari in cui potessimo aver bisogno della parete principale di casa, per dimensioni e posizione.
Alla fine, quindi, la scelta è ricaduta su 6 semplici cornici a giorno, ognuna di dimensioni 70 x 100 cm; una per ogni bambino ed una per le foto di gruppo, o comunque non singole. A copertura, sia per motivi economici che di sicurezza,, non un pannello di vetro, ma di un materiale plastico, antinfortunistico e flessibile, ma comunque lucido e trasparente. 
A questo punto, è venuta la fase più creativa ma anche impegnativa del lavoro: ogni bambino -a dire il vero, le ragazze mi hanno aiutata molto di più - ha scelto le foto di se stesso che preferiva, quelle che considerava irrinunciabili: in generale, abbiamo scelto 7 maxi-foto per ciascuno (dimensioni 30 x 40, come le pagine dei calendari), che abbiamo messo ai lati e al centro di ciascun pannello; poi siamo andati riempiendo tutti gli spazi con le foto più piccole, andando a realizzare dei maxi-collage di ognuno.

In qualche giorno, emozione dopo emozione, i 6 quadri  sono stati terminati.
Li abbiamo affissi alla parete, uno accanto all'altro in ordine d'età, sfruttando tutto lo spazio a nostra disposizione. 
Purtroppo le foto non rendono i colori, il riflesso di flash e/o luce dalla finestra si fa vedere, e, per scelta, la sfocatura non può mostrarvi le facciotte buffe, tenere, intense e spassose dei bambini, ma il risultato è davvero di grande impatto.
Margherita  

Camilla

Mariangela

Giovanni

Tommaso

Foto di gruppo

E la parete completa!

6 commenti:

  1. Avete fatto un lavorone.
    Porterà tanta gioia rivedere i bei momenti passati!!!

    RispondiElimina
  2. Leggendo questo post mi sono commossa!!! Spero di poter presto ammirare queste fotografie....
    Hai fatto ai tuoi bimbi l'ennesimo, immenso dono!

    RispondiElimina
  3. Ma che bellissima parete.
    Anche io nella mia testa ho qualcosa di simile, vedremo cosa si farà.
    Io ho la pessima abitudine di non stampare mai le foto.
    Un abbraccio grande Chiara

    RispondiElimina
  4. Che bello leggere le vostre storie, riuscite sempre ad emozionarmi. Un bacio a tutti

    RispondiElimina
  5. Che bello!per natale vorrei stampare per i bimbi tante foto e regolare ad ognuno un album da costruire poi insieme

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...