domenica 19 novembre 2017

Tommaso e gli squali: squalo d'argilla

Tra le varie "applicazioni creative" di Tommaso al tema-squali, il mio ometto ne ha costruito uno tutto d'argilla.
Anche questa volta, tutto è venuto in maniera spontanea e naturale.
Avevo acquistato un bel panetto d'argilla rossa soprattutto per Camilla e Mariangela, che stavano studiando la storia dell'arte preistorica: in particolare, le prime statuette antropomorfe, raffiguranti donne simbolo di fertilità, poi le antiche civiltà mesopotamiche e scrittura su tavolette, ecc.
Ovviamente, il richiamo del modellare argilla è stato forte per tutti!
Quindi, intorno al tavolo, ognuno è andato a modellare forme e piccole sculture proprie.
Tommaso ha subito costruito un bel gatto d'argilla.
Poi, dopo pochi minuti, ha affermato: "adesso voglio fare uno squalo!".
Io, in quel momento, stavo assistendo Camilla nel suo lavoro, quindi non ho potuto aiutare il fratellino, che ha dunque fatto tutto da solo.

Ecco procedere del suo lavoro:

Poi, via via, la sagoma è andata definendosi e si è  arricchita di particolari, tutti intagliati da Tommaso: occhio, branchie, pinne, ecc... ed anche un pesciolino-preda.
Ecco lo squalo finito, o meglio, ecco la fine della prima fase.

Ecco qui le sagome asciutte, qualche giorno dopo.

Il lavoro poteva essere concluso così, ma, dato che Tommaso aveva voglia già da un po' di dipingere e giocare con i miscugli di colori, ho pensato di proporgli di dipingere il suo squalo.
Anche grazie al suggerimento di La luna di Carta, abbiamo mischiato colori acrilici e colla vinilica, per ottenere una vernice più brillante e pastosa.
Un paio d mani, un po' di pazienza.. e, a colori asciutti, un velo di colla vinilica pura, per un effetto ancor più lucido. 

Tommaso ha infine realizzato una base-fondale per il suo squalo, dipingendo un pezzo di cartone (scatola Amazon!) con i colori del mare, sempre insieme a un pizzico di colla vinilica.

Purtroppo, durante la fase di asciugatura, la base ha subito qualche danno...
In ultimo, lo squalo ed il pesciolino sono stati fissati al fondale con diversi punti di colla a caldo (unica operazione effettuata da me).
Ed ecco lo squalo terminato!
Uno squalo azzurro proprio carino, no?
Soprattutto pensando che l'intero lavoro sia stato svolto in totale autonomia da un bimbo di 6 anni!

3 commenti:

  1. Una passione fortissima quella di Tommaso, che ha dato tanti frutti meravigliosi, proprio come questo squalo!

    RispondiElimina
  2. Bravissimo!
    Che bel lavoro!
    Buona giornata a tutti!

    RispondiElimina
  3. Questo squalo è bellissimo Tommaso !
    L'argilla piace sempre anche qui.
    Un caro saluto Chiara

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...