venerdì 2 dicembre 2016

I libri di Margherita: Ovunque tu sarai

Oggi vi parlo di un romanzo che non mi ha del tutto convinta.

OVUNQUE TU SARAI
DATI EDITORIALI
Titolo:  Ovunque tu sarai
Autore: Fioly Bocca
Casa Editrice: Giunti, versione e-book
Numero di pagine: 123

GENERE DEL LIBRO
Romanzo rosa

LUOGHI DELLA STORIA
Italia, Dolomiti, Rovereto, Ospedale, camera d’ospedale della mamma, casa dei genitori, Torino, casa di Anita e Alice, treno, mare d’inverno, Marakkech, Danimarca, Copenaghen, Albergo di Arun di Copenaghen, stanza d’albergo di Arun.

TEMPO DELLA STORIA
Qualche mese circa.

PERSONAGGI PRINCIPALI
Anita, Arun, Tancredi, mamma di Anita, papà di  Anita, Raffaele, Alice, Angela e altri personaggi minori.

TRAMA
Anita è una ragazza che abita a Torino ma è nata a Rovereto, sulle Dolomiti.
Sua madre è malata di cancro e ricoverata in un ospedale in montagna, lontano dalla ragazza.
Per non farla soffrire, Anita le racconta un sacco di bugie: le racconta che i medici dicano che la sua cura stia funzionando quando non è vero; le racconta che il lavoro come correttrice di bozze le piaccia molto mentre lo trova noioso; le racconta che la relazione con Tancredi, il suo fidanzato da 13 anni, vada a gonfie vele e stiano organizzando il matrimonio, mentre tutto va a monte e diventa ripetitivo ed insipido.
Lo fa per proteggere sua madre, per farla sperare in un dopo che non ci sarà, perché da poco i medici le hanno detto che sua madre non resisterà ancora a lungo, che non c’è speranza che sopravviva.
Per questo, un giorno, Anita parte e va a trovarla.
Durante il viaggio di ritorno, si ritrova davanti Arun, un bel ragazzo, di circa la sua età, che fa lo scrittore di fiabe per bambini.
Negli occhi esotici di Arun, originario della Cambogia, Anita si sente protetta e al sicuro da quel suo mondo di dolore e finzione.
Senza neanche accorgersene, comincia a parlare di sé ad Arun e la fermata la coglie inaspettata.
I  due si danno appuntamento fuori.
Lentamente, i loro incontri diventano regolari e per Anita sono come delle boccate d’aria fresca, visto che la malattia di sua madre peggiora.
Una sera, durante un’uscita, Arun le fa una dichiarazione d’amore.
Anita non risponde subito, si prende tempo.
Qualche giorno dopo, però, scopre dalla sua amica Angela una cosa terribile, che potrebbe mettere fine per sempre al suo rapporto con Arun...

COMMENTO PERSONALE
Questo libro mi è piaciuto.
L’ho trovato molto triste e tetro, ma la storia è comunque avvincente, anche se un po’ noiosa in certi tratti.
C’è stato qualcosa che non mi ha convinta del tutto in questo romanzo, forse il fatto che credessero molto nel Destino, nel Futuro e non a Dio.
E’ stato comunque un bel libro, anche se particolare.



Con questo post partecipo al  "Venerdì del libro" di "HomeMadeMamma".

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...