martedì 20 dicembre 2016

Dolci regali di Natale

Oggi voglio fare con voi un salto indietro nel tempo, ai regali preparati da me nel corso degli anni per i miei cari. Tutti rigorosamente fatti in casa, per la precisione in cucina, con molto impegno e tanta passione.  
Era il Santo Natale 2003: io, fresca sposina (solo due mesi prima, avevo 25 anni), mi buttai in un'impresa più grande di me: la realizzazione di diverse ceste natalizie con prodotti tutti cucinati da sola. Il risultato non fu niente male, ma ho recuperato solo questa foto.


L'anno dopo, il 2004, mentre aspettavo Margherita, ripetei però l'esperienza, con alcune modifiche. Di queste ceste ho ancora "l'indice" e qualche scatto fotografico (ancora su pellicola, di pessima qualità). 

CESTE NATALE 2004

Pandoro
Pesche
Baci di Dama
Brutti ma Buoni
Pasticcini di Mandorle
Lingue di Gatto
Biscottoni  Bicolori
Taralli
Crema Gianduia

Mi cimentai anche nel pandoro casalingo, che confezionai con cellophane e nastro, a cui attaccai una pallina di plastica trasparente apribile - di quelle per l'albero di Natale - riempita di zucchero a velo.

Ecco i prodotti già confezionati ed il risultato finale:


Poi arrivarono i bambini, e per qualche anno sospesi questo tipo di regalo, pur continuando a cucinare tanto e pasticciare insieme a loro....

Il tutto riprese n occasione del Santo Natale 2013, quando confezionai dei vassoi di cioccolatini assortiti: al latte, fondenti, bianchi, con granella di nocciole, baci, cremini bicolori. 



Nel 2014, io e i bimbi pensammo di dedicarci ai biscotti: ne preparammo di diverse forme e qualità, aprendo la...

Frollini natalizi


Alberelli e stivali glassati


Biscotti a scacchi


Baci di dama


Biscotti in pasta di mandorle


Pesche dolci


Raviole al bolognese "Savor"



Biscottoni alla confettura d’albicocche

Ecco qui un vassoio completo!



Lo scorso anno, per il Santo Natale 2015, "a grande  richiesta", tornammo a dedicarci ai cioccolatini....
Oltre ai classici al latte, fondenti e bianchi e ai cestini ripieni di nocciola, vi mostro il dettaglio di quelli un po' più elaborati.
Cremini: cioccolato bianco mescolato a pasta di nocciole (sempre fatta in casa) e cioccolato al latte o fondente mescolato a pasta di nocciole.

Baci: impasto di Nutella, cacao amaro e granella di nocciole, lavorato a pallina, su cui abbiamo posato una nocciola intera, poi intinto in cioccolato fondente fuso.

Li confezionammo in cofanetti di cartoncino o scatole di latta, a strati intervallati da cellophane
 

Ed ecco conclusa la nostra "carrellata storica" di dolci regali.
Devo dire che, però, niente ci ha impegnati e dato la soddisfazione maggiore dei dolci doni preparati quest'anno, di cui vi parleremo per bene.... tra qualche giorno....

9 commenti:

  1. Prima o poi farò il pandoro,lo prometto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è difficilissimo, piuttosto molto lungo da preparare, dati i tanti passaggi... Margherita lo ha recentemente preparato tutta da sola in occasione della nostra "cena veneta", di cui vi parleremo dopo le feste.

      Elimina
  2. Caspita che dolce lavoro! Sei imbattibile.
    Complimentissimi....
    Un dolce saluto in attesa della prossima sorpresa grazie mille
    Bea e famiglia

    RispondiElimina
  3. Prima o poi proverò pure io a fare cioccolatini....ma quest'anno farò il bis: di nuovo marmellata di arance.
    Buon Natale a tutti!
    Flavia

    RispondiElimina
  4. Brava, anzi bravissima!!!!
    Mi chiederò sempre "come fai"!!!!!!
    Un abbraccio
    Michela

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...