venerdì 31 gennaio 2014

I giorni della merla


Sul finire del 31 gennaio, posto il lavoro svolto oggi dalle bambine.
La giornata è iniziata con la lettura del sempre carinissimo e-book: "I giorni della merla".
Dopo di ciò, ho ripreso un dettato della mia amica-di-blog maestra Mariuccia de "La scuola in cartella".
Senza cambiare niente, l'ho proposto come attività d'italiano a Camilla e Mariangela (classe II).
Poi, Camilla ha colorato alcune immagini di Midisegni e di La Teca Didattica, mentre Mariangela ha disegnato da sè le tre sequenze principali della leggenda.

CAMILLA





 MARIANGELA





Per MARGHERITA (classe IV), invece, ho preparato alcune domande sulla leggenda:

Poi, anche lei ha rappresentato la leggenda con un disegno.


Dopodichè si è cimentata in un acquerello, prendendo spunto da un'immagine dell'e-book.


Infine, nel pomeriggio, ha realizzato anche una cornicetta a tema:

Tra tutto questo: ripasso di geografia, tre diverse attività di matematica, attività di italiano per Giovanni, disegni vari su una storia d'inverno (di cui vi parlerò prossimamente), lettura, ripasso delle tabelline, disegni di camion, ruspe e trattori per Tommaso, e tanto tanto tanto gioco tra fratelli...  
Una giornata fra tante delle nostre.

Edit: un paio di giorni dopo, anche Giovanni si è cimentato con un proprio merlo ad acquerello:

giovedì 30 gennaio 2014

Acquerelli: pettirossi d'inverno

Per i nostri ultimi acquerelli abbiamo pensato ad un pettirosso in inverno.
Abbiamo preso "a modello" alcune fotografie ed un video molto bello ma con alcuni passaggi troppo difficili per noi, a cui però ci siamo ispirati nei tratti e nell'atmosfera: Tutorial Inverno 01.
Prima di tutto, i bambini hanno tracciato il disegno a matita.

Poi, sono passati agli acquerelli. 
Dapprima è stata eseguita la velatura del foglio, con una tonalità tenue e delicata, che andasse - a piacimento del bambino- dall'azzurrino al grigio, magari leggermente mischiati tra loro.
Per il resto, abbiamo usato due tecniche diverse.
Margherita ha eseguito il dipinto con la tecnica del "bagnato sul bagnato", andando cioè a dipingere l'uccellino e poi i rami sul fondo ancora bagnato. In questo modo i contorni appariranno un po' sfumati, molto delicati ed un po' eterei. Per ultime, a foglio ormai asciutto, ha dipinto le bacche. 

Camilla, Mariangela e Giovanni, invece, hanno velato il foglio e poi hanno aspettato che fosse asciutto per procedere con il resto del dipinto.
Per un cielo chiaro e più invernale, abbiamo usato molta acqua, facendo poi asciugare il foglio un po' inclinato, in modo da far colare l'eccesso di umidità.

Ecco qui i nostri pettirossi finiti:

Margherita

Camilla
Mariangela

Giovanni

Come accade ormai sempre più spesso, anche Tommaso ha poi fatto il proprio pettirosso!
Per lui ho stampato un disegno (www.midisegni.it) su carta ruvida ed il piccoletto di casa lo ha colorato con tempere acriliche e pennelli. Come vedete, ci ha messo tanto impegno ed attenzione, ed è riuscito a rispettare spazi e colori. Poi, qualche aggiunta, per personalizzare al massimo la propria opera: qualche uovo giallo, delle foglioline, delle ciliegie rosse (le bacche dei fratelli), una nuvola a forma di Q e la firma: la T di Tommaso!

domenica 26 gennaio 2014

Piccole grandi libertà da home-schoolers

Quest'anno - con il mio lavoro e trovandomi sola a gestire tutto - la nostra organizzazione è sicuramente più complicata rispetto al "prima" e spesso le giornate - tra i mille impegni da incastrare di una famiglia numerosa - scorrono un po' troppo piene e veloci. 
Però, come si dice. "quando ci vuole, ci vuole!". 
Allora, voglio condividere con voi la bellezza di una giornata della settimana appena conclusa in cui io e i bambini ci siamo regalati una piacevolissima gita al mare. 
Mare d'inverno, spiaggia meravigliosamente vuota, tanti giochi, un pic-nic e tante coccole. Uno di quei piccoli lussi da home-schoolers che tanto ci piacciono, soprattutto se improvvisati e organizzati all'ultimo momento.
Ecco qui alcuni scatti della nostra giornata e poi i pensieri (a seconda dei casi, scritti a penna, al pc o dettati a me) ed i disegni dei bambini.




MARGHERITA

 


CAMILLA
IERI IO E I MIEI FRATELLI SIAMO ANDATI AL MARE CON LA MAMMA.
ERA UNA BELLA GIORNATA PERCHE’ C’ERA IL SOLE ANCHE SE ERA INVERNO E LA SPIAGGA ERA VUOTA.
NOI ABBIAMO GIOCATO CON L’AQUILONE, ABBIAMO DATO DA MANGIARE AI GABBIANI E FATTO TANTE BOLLE DI SAPONE.
ABBIAMO FATTO IL PIC NIC CON TANTE COSE BUONE.  
È STATA UNA BELLA GIORNATA. 

        MARIANGELA                                                           


PENSIERI DI GIOVANNI
GITA AL MARE IN INVERNO
IERI HO FATTO UNA FANTASTICA GITA AL MARE.
ANCHE SE ERA INVERNO, C’ERA MOLTO SOLE E C’ERANO LE NUVOLE E L’ARIA ERA CALDA CALDA, INFATTI CI SIAMO TOLTI LE CALZE E LE SCARPE E ANCHE LE GIACCHE!
L’ACQUA DEL MARE SALATA ERA TIEPIDA.
IO HO GIOCATO MOLTO CON LE BOLLE DI SAPONE E POI HO GIOCATO CON L’AQUILONE ED E’ VOLATO MOLTO IN ALTO. IO ERO FELICISSIMO E HO MANGIATO QUATTRO BOMBOLONI.
E POI HO RACCOLTO ANCHE MOLTE CONCHIGLIE CON I BUCHI PER FARE UNA CINGHIA DA INDIANO.
IN SPIAGGIA C’ERANO I GABBIANI E NOI GLI ABBIAMO DATO MOLTO CIBO: VENIVANO QUASI TUTTI I GABBIANI!
E POI LA MAMMA MI HA FATTO ANCHE LE FOTO QUANDO HO USATO L’AQUILONE E IO HO FATTO DELLE FOTO ALLA MAMMA E POI HO CORSO UN PO’.
È STATA UNA BELLISSIMA GITA.  


PENSIERI DI TOMMASO
 IERI SIAMO ANDATI AL MARE.
HO FATTO IO LE FOTO A MARGHERITA E POI HO FATTO L’AQUILONE!
IL CIELO ERA AZZURRO E L’ACQUA VERDE E FREDDA.
E POI IN SPIAGGIA C’ERANO I BIMBI E I GABBIANI CHE HANNO FATTO IL BAGNO E VOLAVANO IN TONDO IN TONDO. IO HO DATO LA PIZZA AGLI UCCELLI E I GABBIANI VOLAVANO INTORNO A ME!
E’ STATA UNA GIORNATA BELLA. 
IL SOLE, IL MARE, LA SPIAGGIA, LE NUVOLE ED I GABBIANI CHE VOLANO IN CIELO

giovedì 23 gennaio 2014

Decorazioni invernali: topini bianchi imbacuccati


Anche se, nelle nostre zone, il freddo intenso ed il gelo per ora ancora non sono arrivati, in questi giorni ci stiamo dedicando alla stagione invernale.
Tra le altre cose, abbiamo pensato di preparare dei topini bianchi con sciarpa e cuffietta per decorare la porta, i quaderni ed il soffitto delle camerette.
Ve li mostro senza troppe parole, perchè sono composti da tante semplici forme fustellate ed incollate tra loro. Noi ne abbiamo preparati tanti, in due versioni, senza codina, da appendere e con codina, da incollare su un foglio. Come materiale: cartoncino bianco (o carta fotografica), carta colorata, un pennarello nero e un bottoncino per nasino.

Eccoli qui, i nostri topini!




Qui, incollati su un foglio azzurrino, da attaccare alla porta di casa ed, in seguito, da infilare nel maxi-raccoglitore-quaderno di ciascuno.






Per appenderli nelle camerette, invece, abbiamo pensato di alternare i nostri topini a tanti alberelli bianchi:

Ecco qua la cameretta delle bambine:

E quella dei bambini:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...