domenica 30 novembre 2014

Cena rustica d'autunno 2014


Eccoci alla nostra cena dell’autunno di quest’anno.
Dopo due cicli completi di pranzi/cene delle stagioni, abbiamo pensato di modificare leggermente la loro formula, virando verso una modalità a buffet.
Abbiamo quindi organizzato una cena rustica, ricca di un notevole numero di portate e stuzzichini, da servire più o meno contemporaneamente, ad eccezione di una zuppa/crema d’entrata, questa volta servita direttamente in una zucca.


Per la nostra cena rustica d’autunno, abbiamo scelto ed utilizzato tanti prodotti della terra tipici di questa stagione: funghi, zucca, patate, verza, mele, nocciole e castagne.
Queste ultime sono state raccolte direttamente dai bambini, qualche giorno prima della cena: i marroni in un castagneto in Toscana; le castagne da bollire nel nostro amato Bosco delle Betulle.
Le brustoline, cioè i semi di zucca tostati, invece, sono stati il naturale utillizzo degli “scarti” delle 4 zucche da noi utilizzate per la nostra cena, tra centrotavola e preparazioni varie.
Dato il gran numero di preparazioni e di fotografie, eviterò spiegazioni sulle ricette, già ben evidenti dagli scatti dei nostri passo-passo.

CREMA DI ZUCCA NELLA ZUCCA

FUNGHI MISTI TRIFOLATI



CROSTINI FILANTI AI FUNGHI

MINI HAMBURGER DI SALSICCIA E VERZA



SPEZZATINO DI MAIALE ALLA BIRRA



PATATE A FISARMONICA CON PANCETTA E ROSMARINO


SPIEDINI DI FUNGHI, ZUCCA E PATATE


TORTA DI MELE


MATTONELLA CREMA E NOCCIOLE

CASTAGNE BOLLITE, CALDARROSTE E BRUSTOLINE

Dopo tanti preparativi, ecco la nostra cena servita!

CENA RUSTICA D’AUTUNNO
CREMA DI ZUCCA NELLA ZUCCA






CROSTINI FILANTI AI FUNGHI


FUNGHI MISTI TRIFOLATI


MINI HAMBURGER DI SALSICCIA E VERZA


SPEZZATINO DI MAIALE ALLA BIRRA


PATATE A FISARMONICA CON PANCETTA E ROSMARINO


SPIEDINI DI FUNGHI, ZUCCA E PATATE


TORTA DI MELE



MATTONELLA CREMA E NOCCIOLE
  





CASTAGNE BOLLITE, CALDARROSTE E BRUSTOLINE

     


                 

Dalla prossima settimana, dedicheremo i nostri post all'Avvento ed ai nostri preparativi per il Natale.

10 commenti:

  1. Le patate e gli spiedini mi hanno messo una gran fame!! Anche la mia Benedetta quando cucinano vuole mettere gli occhiali "perché fa caldo mamma!" Un abbraccio a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah! Sai perchè Mariangela aveva gli occhiali da sole? Per non piangere affettando cipolle!!! Lei sostiene che il metodo funzioni...

      Elimina
    2. Davvero ???? Proverò subito, grazie Mariangela!!

      Elimina
  2. ciao, quante portate che avete preparato!
    Posso chiedere quanto tempo circa vi ci vuole per preparare una cena simile, tra portate e lavoretti?
    Vedere come lavorano volentieri i bambini mi emoziona, noi ancora facciamo molta fatica anche se si entusiasmano nel vedere voi poi nel fare pare scatti la retromarcia. Ed anch'io sento piu' che altro la fatica di tutto piuttosto che la gioia e questo perche' non sono una gran cuoca, ma chissa' il giorno che ci riusciremo vi assicuro che poi documento e vi mando le foto.
    un grande abbraccio siete forti grazie mille.Beatrice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Bea, per questa cena abbiamo lavorato un paio di giornate, suddividendo il lavoro in tanti momenti e "turni" diversi.
      Poi, ognuno è diverso: chi si dedica alla cucina, chi al bricolage, chi al cucito... l'importante è fare le cose con amore e passione!

      Elimina
  3. ....qui c'è qualcuno che vuole farmi ingrassare, soltanto guardando queste meravigliose fotografie!
    E poi avete usato ingredienti che amo un sacco,quindi la golosità aumenta!
    Siete davvero meravigliosi ed attendo con gioia i vostri post dedicati all'Avvento!.
    un grande abbraccio Emanuela
    PS......anche io uso gli occhiali quando devo affettare tante cipolle......anche secondo me funziona!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...