sabato 2 agosto 2014

Studiare la montagna


Oltre che momento di relax e serenità familiare, ovviamente, la nostra vacanza in Trentino ha costituito un ottimo stimolo didattico per lo studio della geografia.
Già a casa, prima della partenza, avevo preparato del materiale per spiegare la montagna come ambiente a Camilla e Mariangela (classe III) ed introdurre lo studio delle regioni italiane con il Trentino Alto Adige per  Margherita (classe V). 
Pubblico volentieri il nostro materiale, sperando di poter far cosa gradita ed utile.

Per Mariangela ho solo parzialmente modificato il capitolo già preparato un paio di anni fa per Margherita (per costruire il quale avevo utilizzato anche qualche stralcio reperito in rete, in particolare da  questo testo).
E' un testo ricchissimo di foto ed immagini, per rendere la lettura più piacevole ed aiutare visivamente la memorizzazione. Lo avevo già pubblicato qui ma, date alcune correzioni e modifiche, ho pensato di ripostarlo.


Per Camilla, che ha ancora molte difficoltà nella lettura autonoma, ho pensato di preparare un testo semplificato fatto non solo da tante immagini, ma da tanti disegni da colorare, attività in assoluto preferita dalla bambina.
In questo modo, pagina dopo pagina, giorno dopo giorno, la memoria visiva della bambina è stata stimolata e ricordare i vari aspetti, ed il lavoro di comprensione e memorizzazione le è risultato sicuramente più semplice e gradevole.
So bene che, in generale, la modalità consigliata per bambini con dsa o difficoltà d'apprendimento in generale è costituita dalle mappe concettuali ma, conoscendo le caratteristiche di mia figlia, sono convinta che gratificarla nelle sue passioni possa costituire la chiave migliore per lei.
Parte dei disegni sono stati rielaborati da "La montagna", Ed. Franco Panini ragazzi, collana "Come nasce"; alcuni sono del sempre fornitissimo midisegni.it, altri reperiti variamente in rete, altri ancora realizzati da me.








Se volete scaricarlo, ecco qui: LA MONTAGNA - Testo semplificato con disegni da colorare

Per Margherita, come già accennato, un capitolo sulla regione Trentino Alto Adige.

 

Tra l'altro, proprio durante la vacanza, alla bimba è venuta l'idea di scrivere un racconto fantastico che riunisse in sè diversi elementi caratteristici della regione.

Invento un racconto fantastico sul Trentino alto Adige
Cioccolatino, l’orco della cioccolata
C’era una volta un piccolo orco di nome Cioccolatino.
Viveva nel Trentino Alto Adige in cima al monte Pan di Zucchero in un palazzo di cioccolata molto, ma molto cioccolatoso.
Cioccolatino non era un orchetto come tutti gli altri:  lui era un orco della cioccolata.
Era ghiottissimo di cioccolata: cioccolata al latte, bianca, fondente, con le nocciole, con le mandorle, col biscotto, con la crema, col caramello,  con l’uvetta, coi canditi, col riso soffiato e in tantissimi altri modi.
Cioccolatino, a dire la verità, mangiava solo cioccolata!!!!!!!!
Nessuno in paese poteva più mangiare cioccolata perché Cioccolatino sentiva l’odore della cioccolata a grandissima distanza e prima che le persone potessero mettere in bocca un quadretto di cioccolata lui gliela prendeva di mano e la mangiava prima che qualcuno potesse rendersi conto di quello che era accaduto.
Per questo motivo tutto il paese era arrabbiato con Cioccolatino.
Un giorno, una  famiglia molto numerosa venuta lì a passare le vacanze, decise di andare a parlare con Cioccolatino.
Scalò il monte Pan di Zucchero fino ad arrivare al palazzo di cioccolata di Cioccolatino.
I bambini aprirono il portone di cioccolata e trovarono Cioccolatino seduto sul suo trono di cioccolata intento a mangiare una deliziosa tavoletta di cioccolato.
“Cosa siete venuti a fare?’’ chiese Cioccolatino con la bocca tutta impastata dalla cioccolata.
“Siamo venuti a dirti che tutto il paese è arrabbiato con te!!!!‘’ risposero i bambini.
Cioccolatino rimase in silenzio.
Non aveva mai pensato che la gente potesse avercela con lui.
“Perché mai la gente è arrabbiata con me?’’ domandò.
“Perché mangi tutta la loro cioccolata e pensi solo a  te stesso!!!” risposero loro.
“Vieni con noi e ti aiuteremo a risolvere questo problema!!!” esclamarono.
Cioccolatino li seguì.
“Per prima cosa devi imparare a mangiare  un po’ di verdura’’
dissero i bambini a Cioccolatino.
“Cogli un po’ di verdura e assaggiala!’’ dissero.
Cioccolatino ne colse un po’ e gli piacque molto.
“È deliziosa!!! Non pensavo che una cibo diverso dalla cioccolata fosse così buono!!!!’’ esclamò Cioccolatino.
 “Come seconda cosa devi assaggiare la frutta.”
Prendi un po’ di queste mele della Val di Non e un po’ di questi frutti di bosco.’’
Cioccolatino li assaggiò e disse: “Ottimi!!!! Sono più buoni della cioccolata!!!”.
“Ora devi assaggiare i funghi. Sono tipici del Trentino Alto Adige e sono davvero squisiti!!!‘’
Cioccolatino li assaggiò ed esclamò:”Sono una vera delizia!”
Dopo di che gli fecero assaggiare tutti i piatti tipici del Trentino Alto Adige che a Cioccolatino piacquero tantissimo!!!!!!
I bambini e Cioccolatino tornarono insieme in paese: gli abitanti del villaggio non credevano ai propri occhi!!!
Cioccolatino era così cambiato che anche la loro opinione su di lui cambiò completamente e Cioccolatino fu benvoluto da tutti.
A Cioccolatino piacquero così tanto i cibi che aveva assaggiato che inaugurò una sagra con tutti i piatti tipici del Trentino Alto Adige chiamata: “Delizie del Trentino Alto Adige‘’ .


Per ora, l'idea sarebbe quella di inventare un raccontino su ogni regione d'Italia, mano a mano che  le incontreremo, chissà... 

13 commenti:

  1. Non c'è modo migliore di cominciare la mia giornata: leggere di voi e del vostro lavoro.
    Un lavoro fantastico e poi il racconto di Margherita è semplicemente meraviglioso!
    Non è che da grande vorrà fare la nutrizionista, vista la grandiosa idea di suggerire a Cioccolatino di mangiare frutta e verdura?
    MammaElly ti dico che vorrei avere la metà delle idee e delle iniziative che hai tu, oltre che l'energia...
    Matilde crescendo non mi segue più tanto nemmeno per quanto riguarda il nostro homeschooling part time e sono un po giù per questo...
    Ti abbraccio forte forte e caspita ho una voglia di conoscerti di persona!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Catia, sei sempre un tesoro!
      Grazie di tutto, anche da parte di Margherita!

      Elimina
  2. Mamma Elly che belle cose che fate e con quanto amore e gioia , la tua dedizione nel preparare i materiali e incredibile:) ! Il nostro stile e' molto diverso e i miei ragazzi notevolmente piu' grandi ( i primi quattro ) ma sei veramente di grande ispirazione per me !

    RispondiElimina
  3. Che bello!! Conoscendovi organizzerete una cena per regione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai, Ele, ci piacerebbe molto! Ma per quest'anno passiamo: tra i tanti impegni che si moltiplicano, avremo da organizzare anche le feste per due Prime Comunioni ed una Cresima...
      Magari, quando saranno in quinta Camilla e Mariangela...

      Elimina
  4. Hai ragione tante cose!!! Un anno magnifico

    RispondiElimina
  5. e per studiare così bene la geografia........bisogna vedere e vivere le diverse situazioni! mamma Ely, vi aspetto a Genova quando volete!La mia casa è aperta, ho sempre vissuto la casa come luogo da condividere e sarebbe bellissimo avervi! E poi.....ho una certa esperienza di bambini! un abbraccio Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emanuela, che persona eccezionale che sei!
      Addirittura ospiteresti una tribù come noi!!!
      Non posso spingermi a tanto, però, magari in primavera... potremmo organizzare una bella gita per conoscere te e le bellezze della Liguria, chissà!

      Elimina
  6. Bellissimo post, siete bravissime!!! Peccato non averlo visto prima, se eravate dalle mie parti vi avrei invitato volentieri. La settimana prossima noi andiamo in Alto Adige, dobbiamo scoprire.......è un segreto, ho i bimbi che stanno cercando di leggere per scoprire la destinazione. Ahahaha.
    PS: grazie mille per il lavoro che svolgi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Melinda! Ora,però, mi hai fatto venire un notevole curiosità...!

      Elimina
  7. Ho raccontato ai miei bimbi la storia di Cioccolatino e sono rimasti a bocca aperta da quanto erano presi! Che dire... i tuoi figli hanno una fantasia straordinaria!
    I testi sulla montagna sono bellissimi, hai un grande talento didattico... e mi viene da dire che ne dovrebbero beneficiare in tanti! Ti ringrazio molto che li metti a disposizione di tutti: li stamperò e li regalerò alla maestra di Riccardo, che quest'anno inizia la 3°.
    un abbraccio a te e alla truppa!
    Rossella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rossella, che belle cose ci hai scritto! Margherita, ieri sera, si è addormenta felicissima all'idea di aver allietato dei bambini con il suo racconto.
      Sul mettere a disposizione i nostri materiali:beh, il senso del blog è questo, anche se ultimamente i tempi sono un po' dilatati..!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...