martedì 26 agosto 2014

Il pranzo dell'estate 2014


Eccoci finalmente al nostro pranzo dell'estate 2014.
Dopo avervi parlato di centrotavola e tavola, oggi vi mostreremo tutti i preparativi in cucina e le portate finite.
Tutto, come sempre, ha avuto inizio con la scelta dei piatti da preparare e la stesura del menù.
Questa volta abbiamo scelto piatti colorati e vari, tra freschezza e ghiottoneria, attingendo a piene mani dai tanti e squisiti prodotti ortofrutticoli dell'estate: pomodori, melanzane, basilico, pesche, albicocche, ciliegie, susine... per un trionfo di colore e profumo ed un pieno di preziose vitamine. 

Ora vi mostrerò i passo-passo delle varie preparazioni, ispirate dalla tradizione della cucina italiana ma semplificate in modo da poter essere realizzate interamente dai bambini. .

TAGLIOLINI AL PESTO
I tagliolini
Abbiamo preparato la classica sfoglia con uova e farina, che i bambini hanno lavorato a mano e tirato prima con il mattarello...

E poi con la macchinetta. Una volta ottenute tante lingue di sfoglia, i bimbi ne hanno poi ricavato una bella distesa di tagliolini. 

Il pesto
Per preparare il pesto, abbiamo scelto di evitare frullatori elettrici, ma di procurarci un vero mortaio.
Così, unendo basilico, pinoli, parmigiano grattugiato, olio e... tanta tanta pazienza... ecco fatto!


ROAST- BEEF SAPORITO
Abbiamo preso un bel pezzo di carne di manzo legata e l'abbiamo massaggiato con olio, sale, rosmarino. Poi l'abbiamo passato nella farina e messo a rosolare con tocchettoni di sedano, carota e cipolla.

Una volta formatasi la crosticina, il tutto è stato poi sfumato con un goccino di brandy, poi cosparso di brodo  e messo in forno. Una ventina di minuti, e la carne è stata pronta!

A questo punto,abbiamo frullato le verdure stufate con il liquido di cottura, per ottenere una salsa densa e cremosa da accompagnare alla nostra carne.

MELANZANE E PATATE ALLA PARMGIANA
Una preparazione di per sè articolata per due piatti preparati in poco tempo grazie al famoso adagio: "L'unione fa la forza!".
Il punto di partenza sono state delle melanzane fresche e turgide e, per i meno amanti delle verdure, delle patate gialle e sode.

Per entrambe le preparazioni, abbiamo prima preparato un sughetto di pomodoro veloce...

... , grattugiato il parmigiano e tagliato prima e fette e poi a cubetti tanta mozzarella e un po' di formaggio filante.

MELANZANE ALLA PARMGIANA
Per prima cosa, abbiamo tagliato a fette il più regolari possibili le melanzane.

Poi le abbiamo cosparse di sale grosso, in modo da far loro perdere l'eccesso di "acqua amarognola". 
A questo punto, le fette di melanzane sono state lavate ed asciugate.

Questa volta, ho affidato a Margherita il compito di friggere le melanzane. Con la mamma vicina, la padella a debita distanza e le pinze in mano, anche a frittura può essere un'attivtà da bambini.

Andando poi a comporre il piatto, abbiamo alternato fette di melanzane fritte, formaggio a cubetti, pomodoro e parmigiano, il tutto in più strati.


PATATE ALLA PARMGIANA
Le patate sono state prima sbollentate e poi lasciate raffreddare. Quindi, le abbiamo sbucciate e tagliate e fette. 

Abbiamo composto anche questa preparazione alternando patate, formaggio a cubetti, sugo di pomodoro e parmigiano in più strati.

Come per le melanzane, abbiamo reso più semplice e divertente l'azione di cospargere il pomodoro mettendo il sugo in una bottiglia con beccuccio.

PINZIMONIO GUSTESTIVO
Mariangela, particolarmente amante delle verdure fresche, si è dedicata a lavare, pulire e tagliare sedano, pomodori, pomodorini datterini, peperoni e carote, disponendoli poi su un piatto, pronto da servire in tavola.


MERINGATA ALLA FRUTTA ESTIVA
Per questo dolce - ispirato a quello del pasticciere Salvatore de Riso - siamo partiti dalla marmellata di albicocche preparata tutta dai bambini lo scorso mese di luglio.


Per il dolce vero e proprio, abbiamo dapprima preparato due dischi di meringa.

Poi, abbiamo preparato la crema pasticciera, e montato, separatamente, la panna ed altri albumi d'uovo zuccherati. 

Una volta raffreddata la crema, i tre composti sono stati amalgamati delicatamente, fino ad ottenere un crema soffice, delicata e leggera.

Quindi, siamo andati a comporre il dolce: in un anello a cerniera abbiamo un disco di meringa, poi metà della crema soffice. Abbiamo messo in congelatore per un po', quindi abbiamo versato sopra uno strato di marmellata e rimesso in congelatore. Dopo un altro po', abbiamo versato sopra la crema rimanente ed ultimato chiudendo con il secondo disco di meringa.

Così composta, la nostra meringata è stata conservata in congelatore fino ad un'oretta prima di essere decorata e servita.

CROSTATA ALLE PESCHE E AMARETTI
Abbiamo preparato la classica pastafrolla, poi l'abbiamo tirata, messa in uno stampo di silicone e cosparsa di amaretti sbriciolati (per il loro sapore e perchè assorbissero l'eccesso di umidità delle pesche).
Poi. abbiamo lavato le pesche e le abbiamo tagliate a fettine, che abbiamo cosparso sulla pastafrolla ancora cruda.
Un'infornata fino al raggiungimento del profumino perfetto, et voilà!




Dopo tutti questi preparativi, ecco le nostre portate finite, servite in tavola!

PRANZO DELL’ESTATE 2014 

TAGLIOLINI AL PESTO


ROAST- BEEF SAPORITO




MELANZANE ALLA PARMGIANA


PATATE ALLA PARMGIANA


PINZIMONIO GUSTESTIVO


MERINGATA ALLA FRUTTA ESTIVA




CROSTATA ALLE PESCHE E AMARETTI



Grazie per la pazienza e buon appetito a tutti!

8 commenti:

  1. Elly bravissimi come sempre ! E se posso, non che tu abbia bisogno della mia approvazione :) , mi ha fatto veramente piacere vedere la tua bimba piu' grande alle prese con la frittura. Mi figlia grande, che ormai ha 14 anni e mezzo ha iniziato da piccolissima ad aiutarmi in cucina ed io le ho sempre dato fiducia e responsabilita'. A 10 anni cucino' la sua prima cena completamente da sola per mio marito che rientrava dalla Finlandia, volle l'aiuto solo della sorella piu' piccola che all'epoca aveva 6 anni. Spesso mi arrivavano critiche per le 'attivita' pericolose' che facevano i bambini. Adesso pero' mangiano tutti con gusto le torte ed i piati etnici che prepara :) Continuate cosi' !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece mi fa molto piacere la tua approvazione! Soprattutto perchè viene dall'esperienza, un'esperienza che trovo fantastica! Grazie di tutto, davvero!

      Elimina
  2. Ma che meraviglia!!! Siete sempre meravigliosi. Che bello crescere così liberi di imparare provare sperimentare tra sguardi amorevoli e consigli fidati. Conosco la fatica che faccio con due posso solo immaginare la tua con 5 ma so che tutto è sempre ampiamente ripagato! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo! La fatica è tanta, ma l'entusiasmo e la soddisfazione la scavalcano di gran lunga!

      Elimina
  3. Siete troppo bravi!!! Che grande team!

    RispondiElimina
  4. Ciao Elisa!
    Posso chiederti una cosa? Quanto tempo ci metti- mettete a preparare tutto? Complimenti davvero! Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, dedichiamo alla preparazione dei nostri pranzi-cene circa una settimana, ovviamente non per intero e comunque distribuendo il lavoro in molti scaglioni e alternando preparazioni di gruppo ad altre singole o di coppia, in modo che i bambini non si stanchino. Partiamo sempre dalla decorazione dei bicchieri, poi scriviamo il menù, quindi facciamo insieme la spesa - in genere prima al supermercato e poi dall'ortofrutta - ed iniziamo a cucinare poco per volta, partendo dalle parti di menù che si possono conservare, In questo caso, prima la marmellata, poi i dischi di meringa, poi la meringata - messa in congelatore. Il grosso del lavoro viene negli ultimi due-tre giorni. Sempre in questo caso, abbiamo preparato le parmigiane, quindi il pesto, poi la carne, ed il giorno prima la sfoglia e la costata di pesche, Il giorno stesso, abbiamo realizzato il centrotavola, allestito la tavola, poi preparato il pinzimonio, e infine decorato la meringata e cucinato la pasta.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...