sabato 21 dicembre 2013

Acquerelli e matite acquerellabili: paesaggi invernali e natalizi

Anche oggi vi mostro un disegno dei bambini: precisamente, un lavoro realizzato con pastelli acquerellabili ed acquerelli e rappresenta un paesaggio innevato che racchiude in sè il freddo dell'inverno ed il calore del Natale.
Il soggetto è strato scelto da Margherita che, cercando ispirazione per illustrare il mese di dicembre, aveva puntato la propria attenzione su questa immagine trovata in rete:

Come spesso accade, anche i fratelli più piccoli hanno voluto dedicarsi a quest'attività.
Allora, ecco i disegni a matita...

Ed alcune fasi dei lavori in corso...

Abbiamo usato le matite acquerellando colore per colore, compreso -per i più grandi -  il bianco della neve.
Con questa tecnica è semplice dipingere anche dettagli piuttosto piccoli come, nel nostro soggetto, l'alberello di Natale all'interno della casa e le sue palline. L'uso di queste matite richiede abbastanza tempo e pazienza, ma dà molta soddisfazione ai bambini, che vivono l'acquerellabilità come una sorta di magia.
Per lo sfondo blu-notte-cobalto, invece, abbiamo utilizzato i classici acquerelli, più semplici da stendere su superfici estese.
Ed ecco i nostri paesaggi finiti:
Margherita


Camilla

Mariangela
Giovanni

Ve li mostro anche tutti insieme:

A noi sono piaciuti tanto che, insieme alle Madonnine con Bambino, abbiamo deciso di trasformarli - stampati e piegati in due, a libretto, nei nostri biglietti d'auguri per le Feste 2013:

Nel prossimo post, vi farò vedere in anteprima i nostri lavoretti di Natale...

6 commenti:

  1. Sono delle immagini che fanno proprio vivere i momenti del natale, bellissima l'idea dei biglietti che risultano prezziosissimi e unici ciao Bea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Bea!
      I primi biglietti distribuiti sono piaciuti, ma più che altro, noi ci siamo divertiti a personalizzare così i nostri doni!

      Elimina
  2. Ho appena comprato dei pastelli acquarellabili per la mia cuginetta, ma quasi quasi li tengo per noi....
    Non pensavo potessero avere queste potenzialità.
    Belli i vostri capolavoi, io resto sempre incantata dal lavoro di Giovanni che ha qualche mese in più di Leo ma ha una mano decisamente più allenata e precisa.....bravo.
    buon sabato mamma Elly e un bacione ai tuoi 5 cuccioli Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, noi abbiamo "scoperto" gli acquerellabili poco più di un anno fa, ed ora ci piacciono proprio tanto! Poi, dipende dai bambini e dai momenti. Da piccoli, i miei bimbi non amavano nemmeno le classiche matite colorate mentre ora le prediligono anche per i loro "disegni liberi".
      Giovanni è sicuramente portato per il disegno. Tra l'altro, traccia tutto a mò di schizzo, con una velocità ed una padronanza del tratto davvero notevoli. Poi, ci sarà da lavorare molto sulla tecnica e l'uso del colore, ma il disegno di base c'è.
      Buon fine settimana anche a voi!

      Elimina
  3. Ciao MammaElly,
    sempre belli i vostri lavori. Giusto una domanda: ho anch'io i pastelli acquerellabili, ma non riesco ad usarli bene...mi daresti due dritte, anche per farli usare alle mie bimbe? Probabilmente sbaglio nella tecnica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Flavia, noi abbiamo imparato un po' sul campo, partendo da questo video che spiega molto bene come procedere: http://www.youtube.com/watch?v=RuyLm-L9m1M
      Comunque, in breve, procedere a colorare un pezzettino alla volta, prima con la matita acquerellabile, poi con il pennello leggermente intinto nell'acqua. Così, colore dopo colore, il dipinto si andrà a comporre. Un altro "trucchetto" utile è cercare di tracciare il disegno senza calcare troppo con la matita, perchè il grigio della grafite tende poi a macchiare con l'acqua. Questo, però, in genere risulta difficile per i bimbi più piccoli, che tendono a mettere anima e corpo nei loro lavori (e quindi a calcare un bel po')!.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...