venerdì 20 luglio 2018

I libri di Mariangela: Fate


FATE
DATI EDITORIALI
Titolo: Fate
Autore: Silvia Ferraris
Casa Editrice: Fabbri editori
Numero di pagine:159
LUOGHI DELLA STORIA
Accademia internazionale di Ginnastica Artistica di Brescia, Accademia Nazionale dell’Acqua Acetosa di Roma, le case delle ginnaste, luoghi della loro infanzia .

PERSONAGGI PRINCIPALI
Francesca Noemi Linari, Martina Basile, Martina Maggio, Sara Berardinelli, Benedetta Ciammarughi, Clara Beccalossi, Alice D’Amato, Asia D’Amato, Alessia Federici, Elisa Iorio, Giorgia Villa, Caterina Cereghetti, Enrico Casella, Mauro Di Rienzo, genitori delle ginnaste.

SINOSSI
Ogni giorno, dodici ragazzine inseguono il loro sogno più grande: partecipare alle Olimpiadi di Tokyo.
Nonostante la loro giovane età (vanno dai tredici ai sedici anni ) hanno già le potenzialità per diventare campionesse della ginnastica artistica.
Si dividono in due società: la “Fabbrica delle campionesse” (a Brescia) e la Società dell’Acqua Acetosa (a Roma).
Sono molto diverse fra loro ma tutte hanno una passione sfrenata per la ginnastica artistica e condividono il sogno di gareggiare a Tokyo.
La ginnastica non è affatto tutta “ rose e fiori”: si allenano per più di 30 ore a settimana e alcune di loro devono alzarsi prestissimo per arrivare in tempo per l’allenamento in palestra.
Gli allenamenti sono molto duri e faticosi, ma a loro non importa: per loro la ginnastica è tutto.
A volte, però, non è facile reggere tutto questo peso e capitano dei momenti di crisi.
Nonostante il duro lavoro, le ginnaste, comunque, non perdono tempo per divertirsi chiacchierando fra loro o facendosi scherzi.
Le ginnaste non stanno più nella pelle e parlano un sacco del loro obiettivo, anche se le Olimpiadi sono ancora lontane.   

COMMENTO PERSONALE
Questo libro mi è piaciuto molto.
È davvero incredibile vedere quanto può essere grande un sogno.
Mi è piaciuto molto anche che le ginnaste abbiano così tanta passione e determinazione: mi sono un po’ rispecchiata in loro.
Trovo, però, che questo libro sia un po’ troppo breve e mi sarebbe piaciuto che fosse un po’ più articolato nel linguaggio.
Infatti, gran parte di questo libro è costituito da foto e immagini.
L’ho comunque apprezzato.     


Con questo post partecipo al  "Venerdì del libro" di "HomeMadeMamma".

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...