venerdì 29 gennaio 2016

I libri di Margherita: Profumo di cioccolato

Oggi vi parlo di un piacevolissimo romanzo contemporaneo per ragazzi, che ho letto qualche mese fa.

PROFUMO DI CIOCCOLATO

DATI EDITORIALI
Titolo: Profumo di cioccolato
Autore: Kathrin Littlewood
Casa Editrice: Mondadori
Numero di pagine: 257

GENERE DEL LIBRO
Romanzo
LUOGHI DELLA STORIA
Calamity Falls, Bliss Bakery, dispensa segreta, cucina.

TEMPO DELLA STORIA
Una settimana.
PERSONAGGI PRINCIPALI
Rose, zia Lily, Sage, Ty, mamma, papà, abitanti della città.

TRAMA
Rosemary Bliss (detta Rose) è una ragazzina che non ha autostima, figlia di due maghi pasticcieri che gestiscono la Bakery Bliss.
I genitori di Rose (Purdy e Albert) possiedono un magico ricettario, il “Magiricettario Bliss”, che nascondono in una dispensa segreta.
Nessuno sa della magia, tutti tranne Rose che desidera ardentemente poterla praticare e impararne tutti i segreti.
I genitori, purtroppo, non la prendono seriamente.
Un giorno, però, Rose ha la possibilità di far vedere ai suoi genitori che vale e che sa utilizzare la magia, il giorno in cui i genitori partono per aiutare un villaggio in cui si è diffusa una pericolosa epidemia.
I genitori annunciano a Rose e ai fratelli Ty, Sage e Leigh che resteranno tutta la settimana con la signora Carlson e Chip, l’aiutante di Purdy.
Rose rimane molto delusa quando i genitori le proibiscono di usare il Magiricettario e le consegnano la chiave della dispensa segreta da usare solo per portare in salvo il libro in caso di catastrofi naturali.
Dopo le consuete raccomandazioni, i genitori se ne vanno.
Appena partiti, nel cortile di casa arriva un possente moto nera e ne scende una figura tutta inguantata che, una volta tolto il casco, si rivela essere una bellissima donna con labbra piene, occhi brillanti, un meraviglioso taglio di capelli corto e sbarazzino e un corpo che sembra disegnato; proprio il tipo di donna che Rose sogna di diventare.
La misteriosa donna si presenta come zia Lily, una parente molto alla lontana della mamma.
La zia, la prima sera, cucina ai bambini una stranissima torta dai colori iridescenti e dopo averla mangiata, i ragazzi non riescono più a dire ai genitori, che sentono telefonicamente, del’arrivo della zia.
Zia Lily è dolce e comprensiva, gentile e premurosa, ma Rose non si fida completamente di lei, perché cerca continuamente di scoprire di più sul ricettario magico, che i genitori hanno affidato a lei il compito di custodire.
Rose e i suoi fratelli decidono allora di copiare qualche ricetta dal ricettario magico, di impararle bene e poi di insegnarle alla zia alla fine della settimana solo se si fideranno ancora di lei.
Così copiano ricette come i “Muffin dell’amore” i “Biscotti della verità” e la “Torta giratutto”, infine le cucinano e, a causa di numerosi malintesi, li distribuiscono a tutta la città.
Calamity Falls ora è in mezzo al caos più totale, le persone si scambiano segreti che non dovrebbero essere rivelati, si innamorano l’uno dell’altro, parlano al contrario, insomma un vero disastro!
Per fortuna, grazie all’aiuto di zia Lily e di una “Torta Tornaindietro alle more”, le cose tornano finalmente a posto ma, nonostante tutto, Rose non si fida ancora di Lily perché ha scorto nei suoi occhi un lampo mentre leggeva il ricettario che significa che vuole le ricette del Magiricettario tutte per sé.
Le sorprese, però, non sono ancora finite, infatti, una sera, zia Lily chiede a Rose di venire con lei a New York per condurre un programma televisivo insieme.
Rose, che non vuole tornare alla noiosa vita di prima, accetta.
Il mattino seguente zia Lily prepara i Biscotti Smemorini per fa dimenticare alla famiglia l’esistenza sua, di Rose e del Magiricettario, che devono prendere per copiare le ricette per il programma.
Guardando però la fotografia che lei e i suoi fratelli si sono scattati quella mattina, Rose capisce che il suo destino non è fatto di ammiratori e di fan, successo o trucco, lei deve restare con la sua famiglia, che la ama davvero, così prende i Biscotti Smemorini e li butta nella spazzatura, poi si fa ridare da Lily la chiave della dispensa che Sage le aveva prestato e se ne va; nel frattempo zia Lily, furibonda, non replica nemmeno sale sulla moto e parte.
Rose ha finalmente capito il vero scopo di zia Lily: lei non le vuole bene veramente, vuole solo il Magiricettario.
Al ritorno dei genitori, Sage racconta loro delle loro disavventure ei genitori spiegano loro che la torta che Lily aveva dato loro era una “Torta Bloccalingua” perché non dicessero loro del suo arrivo.
Quando vanno in dispensa a vedere se il libro è intatto, vedono che è sparito e che al suo posto c’è una lettera di zia Lily in cui dice di averlo preso per diffondere il suo potere nel mondo: chissà se lo ritroveranno?

COMMENTO PERSONALE
Questo libro mi è piaciuto davvero molto.
Una lettura abbastanza semplice (ma non troppo), scorrevole, divertente, ricca di suspense e con numerosi colpi di scena.
Mi è piaciuto molto il personaggio di Leigh, così divertente e simpatico, con le sue battutine come “rosellina” invece di “sorellina”.
La storia è molto originale, bellissima l’idea dei maghi-pasticcieri e degli ingredienti stravaganti.
Questo libro mi ha fatto venire in mente l'idea per un mini-romanzetto che sto scrivendo da un po'.
È un romanzo che insegna a non arrendersi mai e a contare sempre sull’aiuto dei familiari.
Con questo post partecipo al  "Venerdì del libro" di "HomeMadeMamma".

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...