venerdì 24 aprile 2015

I libri di Margherita: Il mago di Oz

Ciao a tutti!
Oggi vi parlerò de "Il Mago di Oz", un  libro che mi ha appassionata.
IL MAGO DI OZ
DATI EDITORIALI
Titolo: Il mago di Oz
Autore: Frank Baum
Casa Editrice: Giunti junior
Numero di pagine: 172
GENERE DEL LIBRO
Romanzo fantastico
LUOGHI DELLA STORIA
Kansas, paese di Oz, città di Smeraldo
TEMPO DELLA STORIA
Il viaggio di Dorothy dura un tempo imprecisato

PERSONAGGI PRINCIPALI
Dorothy, Toto, lo Spaventapasseri, il boscaiolo di latta, il leone codardo, il mago di Oz, la strega del nord, la strega dell’est, la strega dell’ovest e la strega del sud.

TRAMA
Dorothy è una bambina che vive nel Kansas con zia Em e zio Henry.  
Un giorno la sua casa viene sollevata da un ciclone con Dorothy e il suo cane Toto all’interno e finisce nel paese di Oz.
Atterrando, la casa di Dorothy schiaccia la malvagia strega dell’est e la strega del nord viene a congratularsi con Dorothy per l’accaduto.
La strega del nord dice a Dorothy che per tornare nel Kansas deve andare dal Mago di Oz nella città di Smeraldo e le dona le scarpette della strega dell’est e il suo bacio, che la proteggerà durante il viaggio.
Strada  facendo Dorothy incontra tre bizzarri personaggi, ognuno con una richiesta particolare per il Mago di Oz: lo spaventapasseri che desidera un cervello, il boscaiolo di latta che desidera un cuore e il leone codardo che desidera un po’ di coraggio.
Dopo un viaggio pieno di pericoli e avventure arrivano alla città di Smeraldo dove il Mago di Oz dice loro che per avere ciò che desiderano devono prima uccidere la strega cattiva dell’ovest.
Dorothy e i suoi amici partono alla ricerca della strega. Una volta trovata, Dorothy la uccide e insieme ai suoi amici tornano da Oz a chiedergli di mantenere la promessa fattagli.
Alla città di Smeraldo scoprono, grazie a Toto, che Oz non è un mago ma un normalissimo uomo.
Nonostante ciò riesce  ad esaudire  pienamente ii desideri degli amici di Dorothy ma quello di Dorothy non riesce ad esaudirlo.
Dorothy allora va da Glinda, la strega buona del sud, la quale le rivela uno dei tanti poteri delle scarpette magiche della strega, e cioè che sbattendo i tacchi tre volte e dicendo loro dove andare le scarpette la porteranno là.
Dorothy allora sbatte i tacchi tre volte e dice: “Portatemi da zia Em!”.
Poco dopo Dorothy si trova nel Kansas e corre ad abbracciare zia Em.

COMMENTO PERSONALE
Secondo me questo libro vuole insegnare che è importante credere nei propri sogni e che non bisogna scoraggiarsi mai.


Con questo post, partecipo al "Venerdì del libro" di "HomeMadeMamma".

7 commenti:

  1. Grazie Margherita per i tuoi coinvolgenti post, continua a sognare e a realizzare i tuoi sogni, perchè te lo meriti !

    RispondiElimina
  2. Grazie tante per il tuo grande incoraggiamento!!!
    Salutami Agnese e dille da parte mia che cercherò di scriverle al più presto.
    Un abbraccio e buon weekend.
    Margherita

    RispondiElimina
  3. Io adoro questo libro e con il gruppo in parrocchia facemmo lo spettacolo, feci il sindaco.

    RispondiElimina
  4. Una storia che non passa mai di moda

    RispondiElimina
  5. Quanti ricordi ! Per un periodo il mago di Oz e' stato il libro preferito dei miei 'primi quattro' :) Dopo averlo letto insieme comprammo il film, quello del 1939 con Judy Garland. Ero un po' dubbiosa che questo film di altri tempi potesse piacere, ma invece lo guardarono e riguardarono moltissime volte. Lo consiglio anche a voi ! Non vedo l'ora di proporlo a Jimmy fra qualche anno.

    RispondiElimina
  6. Io adoro "Il mago di Oz": brava Margherita!

    RispondiElimina
  7. Grazie mille!!!
    Siete davvero carine.
    Il film è già in programma per una "serata libera" di questa settimana!
    Con affetto e buona domenica
    Margherita

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...