mercoledì 3 ottobre 2018

La nostra carta riciclata

Oggi vi voglio parlare di un'attività artigianale-creativa che, nel tempo, abbiamo ripetuto due volte. 
Si tratta del procedimento per riciclare la carta in casa, ricavandone nuovi fogli/cartoncini.
La prima volta lo sperimentammo oltre due anni fa, inserendolo nel programma di Tecnologia per la prima media (secondaria inferiore) e, in generale, in un discorso sulla sensibilizzazione ambientale ed ecologica.
Allora utilizzammo prevalentemente un apposito kit da cartaio comprendente telaio, pressa, attrezzi specifici.

Abbiamo rifatto tutto l'estate appena conclusa, questa volta in maniera meno strutturata, ma con un doppio significato, per noi molto speciale: abbiamo utilizzato tanti tanti fogli già stampati e pronti per il nostro home-schooling, che stava per terminare. Buttare tutto ci avrebbe fatto troppo male; l'idea di riciclare quei materiali ci è piaciuta subito, soprattutto pensando di convertite il tutto in papiri-stile-egizio per l'imminente festa di Giovanni.
Ogni cosa, dandole un senso e un valore, è più bella e coinvolgente!
Ora vi  mostro le varie fasi del procedimento, di pari passo tra 2016 e 2018 

Spezzettare i vari fogli di carta da riciclare (fogli stampati, volantini giornali, riviste, vecchi appunti o disegni, tutto va bene) e metterli a macerare un una vaschetta piena d'acqua.
Questa è la fase potenzialmente più noiosa, ma anche più rilassante: vi assicuro che può fungere perfettamente da antistress.


Mescolare ogni tanto, in modo che tutti i pezzettini di carta si imbibiscano bene.


Lasciar macerare per almeno una giornata, meglio qualche giorno.
A questo punto, sarà possibile iniziare a prelevare piccole quantità di carta ammollata e frullarla, eventualmente con l'aggiunta di  un po' d'acqua.
Va bene qualunque tipo di frullatore, a bicchierone, mixer o ad immersione.

La "pappetta" così ottenuta può ora essere versata sull'apposito telaio con retina, adagiato su una vaschetta, in modo da far "scolare" l'acqua in eccesso.
Se non si dispone dell'apposito strumento o, come nel nostro caso, si vogliono realizzare più fogli contemporaneamente, si può semplicemente versare il composto su un canovaccio adagiato su un vassoio di plastica o, meglio, di legno (che assorbirà un po' di umidità e scongiurerà il rischio di ammuffimento).

E' importante, in questa fase, pressare bene l'impasto di carta e cercare di renderlo il più sottile ed omogeneo possibile. E' a questo punto che, volendo, si possono aggiungere elementi come foglie, brillantini, o altro.

Per accelerare l'asciugatura, si può tamponare il foglio con una pezza di tessuto asciutto, che assorbirà l'acqua in eccesso.

In ogni occasione, il "foglio-campione" è stato inserito nella pressa; molti altri, invece, no, ma sono venuti bene lo stesso.

Il "foglio" ancora umido ma compatto può ora essere rovesciato delicatamente dal telaio al vassoio, su cui si sarà precedentemente adagiato un canovaccio assorbi-umidità.
Bisognerà lasciarlo asciugare/seccare completamente. Occorreranno diversi giorni, a seconda dello spessore del foglio e della temperatura dell'ambiente.

Ogni volta abbiamo realizzato anche alcuni fogli colorati, mescolando alla "pappetta" un po' di colore a tempera o acrilico.

Dopo diversi giorni... ecco pronti i fogli di carta!


Sono fogli grossettini e ruvidi, su cui comunque è possibile scrivere e, soprattutto, disegnare. Noi, quest'anno, abbiamo usato i pennarelli, ottenendo colori molto più brillanti e accesi che su carta "normale".

Questi fogli possono essere perfetti anche per tanti altri utilizzi, come ad esempio biglietti d'auguri, targhette fuori-porta, cartelli, ecc.
La carta riciclata è un po' una magia e può aiutare tutti, grandi e piccini, a capire l'importanza della raccolta differenziata e del rispetto per l'ambiente.

3 commenti:

  1. Anche noi abbiamo fatto la carta riciclata la primavera scorsa, ci siamo molto divertiti e il risultato è gratificante.
    Pensa che gli inviti al nostro matrimonio li avevo fatti tutti con carta riciclata fatta in casa di vari colori pastello.
    Bellissima attività !

    RispondiElimina
  2. Che bel lavoro!!
    Noi ancora non abbiamo provato, ma prima o poi ci cimenteremo, o almeno questo è quello che ogni tanto ci diciamo...
    =)
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  3. Ho tanta voglia di provare a fare la carta riciclata! Lo propongo ai bimbi 😘

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...