venerdì 23 settembre 2016

I libri di Margherita: Omero gatto nero


Ogni tanto non resisto dallo scegliere libri a tema-gatti...

OMERO GATTO NERO

DATI EDITORIALI
Titolo:  Omero gatto nero
Autore: Gwen Coopen
Casa Editrice: Sperling & Kupfer
Numero di pagine: 299

GENERE DEL LIBRO
Romanzo autobiografico.

LUOGHI DELLA STORIA
America, South Carolina, casa dei genitori, casa di Melissa, New York, Manhattan, Quattordicesima Strada, World Trade Center, casa all’undicesimo piano di New York, .

TEMPO DELLA STORIA
11 anni circa.

PERSONAGGI PRINCIPALI
Omero gatto nero, Gwen, Rossella, Vashti, mamma e papà di Gwen, Sharon, Laurence, Melissa, amici di New York e altri personaggi minori.

TRAMA
Gwen è una ragazza che abita nel South Carolina, in un appartamento che la sua amica Melissa condivide con lei.
Gwen ha due gatte: Rossella, altezzosa ed elegante, e Vashti, bianca, bellissima, dolce e timida.
Un giorno Gwen riceve la telefonata dalla veterinaria, la quale le racconta la drammatica storia di un gattino di 2 settimane che, a causa di una gravissima infezione agli occhi, è diventato cieco.
Visto che nessuno vuole adottarlo, la ragazza decide di andarlo a vedere.
Appena lo incontra, così piccolo, nero e indifeso, sceglie di adottarlo.
Il gattino viene chiamato Omero, in onore del grande scrittore greco che era cieco.
Omero gatto nero, questo è il soprannome che la ragazza ha scelto per lui, si rivela un gattino coraggioso e intraprendente, curioso, vivace, dolce, sensibile e socievole.
Per lui la vita è un salto nel buio più totale, ma non perde mai la speranza e la voglia di andare avanti.
Per Gwen è un grande esempio, che le dà la forza di andare avanti anche quando Melissa la caccia di casa e lei è costretta a tornare ad abitare con i suoi genitori. […]

COMMENTO PERSONALE
Questo libro mi è piaciuto abbastanza.
Mi ha colpita il fatto che la storia narrata sia la vera storia di Gwen Cooper e quindi che Omero gatto nero sia un gatto esistito davvero.
Omero è un grande esempio di coraggio, amore, fedeltà, che gioisce delle più piccole gioie quotidiane.
Tutti dovrebbero seguire il suo esempio.
Davvero ben scritto, con le citazioni dall’Iliade all’inizio di ogni capitolo.
Sinceramente, però, non è il mio genere.


Con questo post partecipo al  "Venerdì del libro" di "HomeMadeMamma".

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...