martedì 27 maggio 2014

Un castello da principesse

Per la festa di Camilla, tutta a tema principesse, abbiamo preparato un elemento decorativo molto speciale che volevamo fare da tempo: un castello di cartone.
Per realizzarlo abbiamo utilizzato, come sempre, ciò che avevamo in casa. L'elemento di recupero principale, questa volta, è stato uno scatolone a forma esagonale che ci era stato regalato oltre un anno fa. In origine conteneva sei pacchi di pasta.
Già di per sè, questa scatola aveva l'effetto "tende" panneggiate, per cui l'idea di trasformarlo in casa o castello è venuta pressochè automatica a tutti noi, già a prima vista.
Per renderlo speciale, noi abbiamo scelto di rivestirlo di carta da regalo fuxia, unico acquisto necessario per questo lavoretto.
Quindi, per prima cosa, i bimbi hanno cosparso di colla vinilica l'intero scatolone.

Poi, con attenzione, siamo andati a rivestire lo scatolone con la carta, cercando di livellarla il più possibile e farla aderire senza troppe pieghe.
Poi, per un effetto più lucido e per rinforzare, abbiamo steso un novo stato di colla su tutti i lati dell nostro poliedro. (A proposito: non è male studiare un po' di geometria giocando...!!).

Questo è il risultato dopo l'asciugatura.

A questo punto, siamo passati all'elemento caratteristico di ogni castello da fiaba: le torri. Le nostre sono state realizzate con 4 tubi di cartone, interno dei rotoli di carta casa, semplicemente smerlati all'estremità superiore, poi rivestiti anch'essi di carta fuxia, così come avevamo fatto con il corpo principale del castello. 

Una volta incollate le torri, sono poi andata a tagliare - unica operazione fatta da me, senza aiuto da parte dei bimbi- le finestre, ripassando con un cutter sulla forma della nostra scatola.
Su un lato, anzichè ritagliare la finestra, abbiamo incollato un portone per il nostro castello, ritagliandolo da un pezzo di plastica ondulata marrone.

A questo punto abbiamo aggiunto tante finestrelle di carta fotografica bianca in due  misure: più piccole per le torri, più grandi per il corpo del castello. 
Infine, ci siamo divertiti a decorare i sei lati del nostro castello con tanti dettagli molto femminili: tanti fiorellini di varie forme, misure e colori: residui di lavoretti passati, recuperi di bomboniere,  elementi di recupero che hanno reso molto più ricco, sfarzoso e vario il nostro castello.




Il castello è stato prima elemento decorativo per la festa e poi si è trasformato, ovviamente, in giocattolo per le bambine, orgogliose di averlo ideato e costruito.

8 commenti:

  1. un gran bel castello per realizzare tante feste altrettanto belle.
    bravissimi questi architetti le decorazioni sono fantastiche
    grazie buona giornata Beatrice

    RispondiElimina
  2. Bellissimo !!! Complimenti :-)

    RispondiElimina
  3. altro che casa delle Barbie di plastica! E' davvero un castello meraviglioso! Sai, non vedo l'ora che il mio nipotino cresca ancora un po' per costruire con lui tutte le cose che ho costruito, tanti anni fa, con la sua mamma ed i suoi zii. Lui ora, 18 mesi, è tutto proiettato all'esterno. Hanno la fortuna di vivere in campagna, con alberi prati e fiori attorno a casa e tre cani come compagni. Impazzisce per gli animali, specie per le galline e, soprattutto, i galli! Un grande abbracci a te ed ai cuccioli Emanuela

    RispondiElimina
  4. Ma che spettacolo di castello! Tutto rosa!!!! È fantasmagorico!!!!! Bravi!!

    RispondiElimina
  5. Ma sono davvero diventati bravissimi!!! Fateci un laboratorio!!! Forma le mamme!!!

    RispondiElimina
  6. Sono contenta che vi piaccia! In effetti, al di là del risultato, la soddisfazione di realizzare da sè i giocattoli è davvero grande ed aumenta il gusto nel gioco...!

    RispondiElimina
  7. Ciao,
    vi leggo sempre e questo è il mio primo commento per dirvi che mi piace molto vedere le cose belle che realizzate! il castello sembra davvero un bel giocattolo! Alle bambine non è venuta voglia di decorare anche le pareti interne delle varie stanzette dell'esagono? magari inserendo o attaccando con la colla le sagome delle principesse o dei mobili? io lo arrederei subito!!!

    Ancora tanti complimenti,
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia!
      Innanzitutto, grazie per il tuo commento: mi fa sempre tanto piacere "conoscere" chi ci segue!
      Poi... hai avuto una bellissima idea: chissà perchè, non ci avevamo proprio pensato! Probabilmente perchè questo castello è nato proprio come decorazione per la festa, da appendere al lampadario. In effetti, poi, si è trasformato in giocattolo, che le bimbe più piccole e Tommaso si stanno godendo anche così... Prima o poi, però, chissà...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...