venerdì 23 novembre 2018

I libri di Margherita: Oliver Twist

OLIVER TWIST

DATI EDITORIALI
Titolo: Oliver Twist
Autore: Charles Dickens
Casa Editrice: Universale Economica Feltrinelli
Collana: Classici
Numero di pagine: 524
GENERE DEL LIBRO
Romanzo, romanzo di formazione.

PERSONAGGI PRINCIPALI
Oliver Twist, Fagin, signor Bumble, signor Brownlow, Bill Sikes, Jack Dawkins, Nancy, Rose Maylie, Harry Maylie, Monks, signora Maylie, dottor Losberne, signora Corney, Edwin Leeford, Agnes Fleming, signora Bedwin,  signor Sowerberry, signora Sowerberry, Noah Claypole, signor Mann e altri personaggi minori.

TRAMA
Oliver Twist è un bambino orfano di entrambi i genitori che vive in un ospizio per poveri non lontano dalla capitale inglese.
La vita per il piccolo Oliver non è certo facile: il messo parrocchiale, il signor Bumble, è un uomo fanatico e spietato che lo odia e lo maltratta, e il povero Oliver è costretto a subire ogni giorni umiliazioni, percosse e digiuni.
Disprezzato da tutti perché debole e silenzioso, Oliver viene scelto come apprendista da un becchino, il signor Sowerberry.
La vita nella casa dell’uomo e della moglie è così triste e dura che Oliver, non riuscendo più a sopportare tutte quelle angherie, scappa e vagando giunge nella grande città di Londra.
Per strada fa la conoscenza di Jack Dawkins, un bambino di circa la sua età che, con la scusa di offrirgli un riparo e del cibo, lo fa entrare nella banda di ladruncoli a cui appartiene, capitanata dall’anziano e scaltro ebreo Fagin.
Oliver, che possiede saldi principi morali, per la prima volta nella sua vita si ribella a quell’esistenza disonesta e tenta nuovamente di fuggire.
Per una serie di sfortunati contrattempi, però, è accusato ingiustamente di un furto che non ha commesso, e dopo un sommario processo viene costretto ai lavori forzati.
L’uomo che Dawkins e i suoi avevano derubato, però, è il signor Brownlow, anziano gentiluomo gentile ed affettuoso che si rende subito conto dell’innocenza di Oliver e decide di prenderlo con sé.
Nella casa del signor Brownlow, oggetto dell’affetto incondizionato di questi e di tutta la servitù, il bambino sembra aver finalmente trovato l’esistenza idilliaca che aveva sempre sognato, ma il destino ha in serbo per lui molte altre sorprese…
Nella Londra di metà Ottocento, dominata dalla miseria del popolo e dalla disperazione della povera gente, Oliver si dovrà scontrare con loschi figuri del calibro di Fagin, Bill Sakes o Monks, scoprirà che alcune persone, come Nancy, non sono cattive ma sono costrette al male pur di sopravvivere e che anche nella fame e nella sofferenza, l’amicizia vera e la speranza apriranno sempre uno spiraglio, e permetteranno, alla fine, il più insospettabile dei lieti fini.

COMMENTO PERSONALE
Questo libro mi è piaciuto molto.
Uno dei pochi classici che non avessi ancora letto, avendo particolarmente amato questo periodo storico ho apprezzato questo libro in ogni suo piccolo dettaglio.
L’ironia e la sagacia che contraddistinguono lo straordinario autore che è Dickens fanno di questo libro un romanzo brioso e ricco di colpi di scena, che fa sorridere ma al tempo stesso ci porta a riflessioni profonde sul significato della vita e sull’essenza della nostra società, così insospettabilmente immutata in duecento anni di storia.
I personaggi sono profondamente umani e veri: Dickens ci offre uno spaccato pressoché perfetto di quotidianità, senza paura di mostrare agli occhi del lettore anche i risvolti più neri della società e dell’animo umano, ma portando anche all’attenzione del mondo quelli che sono i veri valori della vita: l’amicizia, la solidarietà, la rettitudine e la speranza.
Mi ha in particolare colpita il personaggio di Nancy, per la sua storia così toccante e la sua profonda sensibilità, e al tempo stesso ho adorato anche Rose, proprio per il contrasto con la prima.
Nonostante appaiano così diametralmente opposte per carattere, vissuto e posizione sociale, infatti, queste due ragazze si scoprono incredibilmente affini.
Insomma, in poche parole è un romanzo scritto magistralmente: storia coinvolgente e ricca di colpi di scena, personaggi che catturano l’interesse del lettore e quel pizzico di ironia che dà sapore al tutto… perfetto!
Lo consiglio caldamente.

 Con questo post partecipo al  "Venerdì del libro" di "HomeMadeMamma".

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...