venerdì 22 febbraio 2019

I libri di Margherita: Storia di una capinera


STORIA DI UNA CAPINERA

DATI EDITORIALI
Titolo: Storia di una capinera
Autore: Giovanni Verga
Formato: e-book
Numero di pagine: 196
GENERE DEL LIBRO
Romanzo.

TRAMA
Maria è una graziosa diciannovenne catanese rimasta orfana di madre e mandata a vivere fin dall’età di sette anni in un convento di monache di clausura, comunità di cui anche lei è inevitabilmente destinata a far parte vista l’estrema difficoltà economica della sua famiglia.
Nell’estate del 1854, però, a Catania scoppia un’epidemia di colera, e la giovane e le sue compagne sono costrette a passare l’estate con le rispettive famiglie per evitare il contagio.
Ciò diventa occasione per Maria di tornare nella sua amata casa di Monte Ilice, insieme alla matrigna, la sorellastra Giuditta e l’adorato fratello Gigi.
Da casa Maria comincia un fitto scambio epistolare con la sua migliore amica nonché compagna di destino al convento, Marianna, scambio che da quel momento, con frequenza a volte maggiore a volte minore, non si interromperà più.
Maria prova inizialmente una grandissima gioia nel ritornare nei luoghi amati con la propria famiglia, fino a che non conosce Nino, fratello di una sua intima amica che abita non molto distante da loro.
Fra i due giovani nasce un sentimento sconosciuto ad entrambi, che sconvolgerà le loro vite, e soprattutto quella di Maria, che non riuscirà più a tornare quella che era prima di conoscere il ragazzo.
Ma la dura realtà bussa di nuovo alle loro vite, e per Maria giunge il momento di tornare al convento, dopo il suo destino è segnato…
Ma se l’amore fosse troppo forte per essere rinchiuso?
Se la disperazione di una separazione risultasse intollerabile per Maria?
Perché l’amore può salvare, ma può anche dannare…

COMMENTO PERSONALE
Questo libro mi è piaciuto molto.
È a mio parere una delle opere meglio riuscite di Verga, nella quale si esprime in maniera profondamente toccante la disperazione e i sentimenti di una giovane dal comportamento e dal pensiero incredibilmente contemporaneo.
Mi ha suscitato un’empatia profonda, e ho sofferto con lei dalla prima all’ultima pagina.
La sua storia mi ha molto commossa, e credo che la ricorderò a lungo.
Un romanzo che lascia il segno e che mi sento di consigliare vivamente per la forte impressione che lascia nel lettore.

Con questo post partecipo al  "Venerdì del libro" di "HomeMadeMamma".

1 commento:

  1. Anche a me questo libro è piaciuto molto, l'ho letto in terza superiore, grazie ad una professoressa che ci consigliava dei titoli che magari da soli non avremmo mai considerato.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...