lunedì 30 maggio 2016

Ti regalo un ritratto


Dopo tutte le nostre feste - ma già nei preparativi per quella di Mariangela - torno a parlarvi e mostrarvi alcune delle nostre iniziative e attività svolte.
Oggi vi mostro un percorso tra arte e affetti familiari che abbiamo svolto già tempo fa, nel corso dell'anno 2015, quindi con bambini tra i 4 ed i 10 anni.
Vi avevamo già parlato di alcuni regali personalizzati realizzati per i nostri cari: in particolare, la descrizione della persona (il vecchio post riguardava solo il lavoro di Margherita ma, un po' alla volta, tutti i bimbi lo stanno facendo), poi un racconto personalizzato.
Oggi vi mostriamo, invece, una serie di ritratti realizzati ad acquerello in occasione del compleanno di nonni e zii.
Partendo in genere da una stessa fotografia, i bambini più grandi hanno rappresentato il volto e le caratteristiche dei loro familiari.
Al di là del piano tecnico, più o meno preciso a seconda dell'età, la cosa bella è, per chi conosce queste persone, trovarle tutte rappresentate nella loro interezza, nelle tante sfaccettature delle loro espressioni e dei loro tratti caratteristici, nei ritratti dei vari bimbi messi insieme, affiancati. Ognuno di loro ha colto qualcosa della persona, ognuno è riuscito a mettere questa cosa speciale sul foglio: la dolcezza, la simpatia, la serietà, una vena di serenità o di malinconia..., insieme alle piccole imperfezioni che rendono unica ogni persona. Credo che anche per voi, dall'esterno, sia possibile captare ciò che sto cercando di spiegare.
Per i grandi, è stata anche una prova particolare, in cui si sono misurati spesso per la prima volta con la rappresentazione del solo volto o con il mezzobusto, mentre i bimbi spesso tendono a disegnare una persona solo a figura intera.
Tommaso tra i 3 anni e mezzo ed i 4 anni e mezzo, ha partecipato a questo progetto in maniera più "libera", usando prospettive e tecniche in piena autonomia.
Ecco qui.

Febbraio 2015. 
Nonna P.


Nonno L.
 Tommaso ha rappresentato nonno e nonna insieme.
Nel 2015 ad acquerelli..
... nel 2016 con i pennarelli.


APRILE 2015
Nonna  L.

Sempre la stessa nonna, disegnata da Tommaso nel 2016.
APRILE 2015
Zio G.

SETTEMBRE 2015
Bisnonna C. (ritratta solo da Camilla; per lei gli altri nipotini fecero cose diverse).

NOVEMBRE 2015
Zio D.

DICEMBRE 2015
ZIA M.
Margherita aveva anticipato il ritratto della zia neo-sposa: questo ritratto è di dicembre 2014.





venerdì 27 maggio 2016

I libri di Margherita: Reflections


Oggi vi parlo di uno Young Adult scritto da Kasie West.

REFLECTIONS

DATI EDITORIALI

Titolo:  Reflections: Una ragazza, due destini, un'unica scelta

Autore: Kasie West
Casa Editrice: De Agostini
Numero di pagine: 273
GENERE DEL LIBRO
Romanzo
LUOGHI DELLA STORIA
Perimetro, scuola, casa nel Perimetro, mondo dei Normali, Dallas, scuola, cinema, casa di Dallas, casa di Trevor, camera di Trevor.

TEMPO DELLA STORIA
Dodici settimane. Sei al Perimetro e sei nel mondo dei Normali.

PERSONAGGI PRINCIPALI
Addie, Duke, Trevor, Laila, mamma, papà, papà di Laila, Bobby, Veleno, Ray, Stephany, Rowan e altri personaggi minori.

TRAMA
Addison, chiamata Addie dagli amici,  è una ragazzina che vive nel Perimetro, un mondo parallelo alla Terra.
Nel Perimetro tutti hanno delle capacità psichiche molto più sviluppate delle nostre: il “potere” di Addie è quello che, quando deve prendere una decisione, riesce a vedere quello che le accadrà in entrambe le situazioni.
La sua vita sembra perfetta, quando qualcosa la sconvolge: i suoi genitori decidono di divorziare.
Il padre andrà ad abitare nel mondo dei Normali, mentre la mamma resterà al Perimetro.
I suoi genitori lasciano a lei la scelta di con chi vorrà andare ad abitare.
Addie è confusa e decide di chiamare l’amica Laila.
Infine fa un indagine di sei settimane per vedere cosa succederà in entrambe le vite.
Se resterà con la madre si innamorerà di Duke, il bello della scuola.
Se andrà con il padre si innamorerà di Trevor, un ragazzo dolce e premuroso, che la ama veramente.
Infatti, fra colpi di scena in entrambi i casi, Addie scopre che Duke non la ama veramente, che la usa per il suo potere e che è il colpevole dell’incidente successo a Trevor anni prima durante una partita di football.
Tuttavia, a causa di un grave incidente…

COMMENTO PERSONALE
Questo libro mi è piaciuto molto.
È carico di suspense e la storia d’amore fra Addie e Trevor è davvero dolce e bella.
Questo libro è pieno di colpi di scena e misteri da scoprire.

Davvero ben scritto. 

Con questo post partecipo al  "Venerdì del libro" di "HomeMadeMamma".

martedì 24 maggio 2016

Festa a tema: Masha e Orso

Finalmente riesco a mostrarvi la festa di Camilla, organizzata per il suo decimo compleanno.
La bimba ha scelto un tema caro a tante bambine: Masha e Orso, protagonisti dell'omonimo cartone animato e di tante storielle che, negli ultimi tempi, si sta divertendo a leggere.

CARTELLONI
Per decorare le pareti, abbiamo usato due disegni realizzati da Camilla.
Il primo è un acquerello raffigurante Masha, realizzato seguendo questo  tutorial.
Il secondo è un disegno a pennarelli.

Dato che questi disegni ci piacevano particolarmente, abbiamo pensato di farli stampare in grande formato, in copisteria, e di trasformarli in cartelloni, con l'aiuto di fogli di cartoncino colorato (fuxia come il vestito di Masha, verde come l'erba e azzurro come il cielo).
Disponendo in gradazione di misura  i vari fogli, ecco qua la nostra parete!  

DECORAZIONI
Abbiamo stampato a specchio tante "facce" di Masha e di Orso così che le due parti, una volta unite, formassero un bel fronte-retro. Camilla si è impegnata tantissimo nel colorarle tutte, un po' per volta. Una volta ritagliate, unite e plastificate, le sagome sono state poi appese lungo il soffitto. 



MASHA E ORSO GLITTERATI
Come elementi centrali da appendere al lampadario, quindi al centro della sala, abbiamo realizzato delle grandi sagome di Masha e di Orso, partendo da fogli A3.
Anche queste sono stati fatti in fronte-retro, rinforzati da un cartoncino centrale, colorati e poi... glitterati nei contorni ed in diversi dettagli.

PALLONCINI
Abbiamo acquistato un palloncino fatto a forma di Masha, che a Camilla è piaciuto tanto tanto!

Un altro palloncino, fuori tema ma sempre in tinta, per "celebrare" i 10 anni della bimba.

TOVAGLIA E TOVAGLIOLI
Camilla ha scelto una tovaglia di carta verdina, color del prato, su cui abbiamo disposto tante sagome stampate dei due personaggi.

Anche i tovagliolini, ovviamente, erano a tema.


Ed ora passiamo al rinfresco.
Le storie di Masha e Orso sono ambientate nel bosco, in mezzo alla natura, tra fiorellini ed animaletti... Noi abbiamo cercato di ricreare un po' quest'atmosfera.

PANINI NEI CESTI, CON TOPPERS
Tanti piccoli sandwiches con pane fatto da noi, farciti, tenuti fermi da stecchini colorati su cui avevamo fissato dei toppers personalizzati ed altri sempre a tema..

Tutti i panini sono stati serviti disposti in cesti, anzichè vassoi, così da dare l'effetto del pic-nic.

FOCACCIA e MORTADELLA
Unico fuori-tema, ma cibo gradito alla festeggiata e comunque in stile-scampagnata.


Passando al dolce...

TARTELLETTE DI FRAGOLE DECORATE
Tante piccole tartellette di fragole  (frutti "del bosco") decorate con piccole sagome in pasta di zucchero: margherite, farfalle, api, coccinelle, alberelli.


BISCOTTI MASHA
Biscottoni rotondi di pasta frolla, che, con la pasta di zucchero, abbiamo trasformato in simpatiche faccine di Masha.

BISCOTTI ORSO
Camilla non mangia niente che contenga cacao o cioccolata. Per realizzare gli Orso-biscotti, quindi, abbiamo pensato di rendere marrone la pasta frolla mescolando all'impasto del caffè liofilizzato (decaffeinato). 
Unendo vari cerchi, ecco qui!


Ecco la tavola completa, prima della torta.


LA TORTA
Per decorare la torta abbiamo realizzato le sagome di Masha ed Orso in pasta di zucchero di vari colori, ritagliando progressivamente da un disegno le varie parti e sovrapponendole tra loro, così da ottenere un effetto leggermente 3D.

I personaggi sono poi stati posti su una fresca torta-meringa, rivestita di pasta di zucchero a formare cielo e prato. 

A completare il tutto, il nome della festeggiata e le immancabili candeline.

MASHA IN CARNE ED OSSA
Ad un certo punto della festa è arrivata un'invitata a sorpresa, per Camilla: Masha in carne ed ossa, impersonata dalla sorellina Mariangela (sempre affettuosa e propensa a regalare un sorriso)!

I REGALI
Tra i vari, alcuni a tema: una bambolina rappresentante Masha ed i biglietti dei fratelli!




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...