venerdì 29 maggio 2015

I libri di Margherita: Robin Hood

Continuo la mia rubrica settimanale con un altro classico: "Robin Hood".
ROBIN HOOD
DATI EDITORIALI
Titolo: Robin Hood
Autore: Alexandre Dumas
Casa Editrice: De Agostini classici
Numero di pagine: 313
GENERE DEL LIBRO
Romanzo
LUOGHI DELLA STORIA
Inghilterra, foresta di Sherwood, Nottingham, Barnsdale.

TEMPO DELLA STORIA
Circa dal 1089 (o poco prima) al 1216, durante i regni di Enrico II, Riccardo I, re Giovanni, Enrico III.

PERSONAGGI PRINCIPALI
Robin Hood, Little John, Marian, Will il rosso, Much, Allin Clare, Christabel, sir Tristiam, sir Guy di Gisborne, Fitz Alwine, frate Tuck, Enrico II, Riccardo Cuor di Leone, Giovanni Senza Terra, Enrico III d’Inghilterra.

TRAMA
Robin Hood è un giovane arciere infallibile e astuto che vive nella foresta di Sherwood a capo di una banda di onesti fuorilegge.
Egli è il paladino della giustizia, che ruba ai ricchi per donare ai poveri , oppressi della prepotenza dello sceriffo di Nottingham.
Tra una serie di avventure Robin sposa la sua amata Marian e insieme lotteranno fino alla morte di entrambi.   

COMMENTO PERSONALE
Questa storia mi è piaciuta molto perché ci sono molti intrecci romantici e perché è una storia molto coinvolgente, anche se è un po’ triste a causa della morte i Robin Hood, Marian e Little John.


Con questo post, partecipo al "Venerdì del libro" di "HomeMadeMamma".

mercoledì 27 maggio 2015

Decorazioni per la Prima Comunione: bamboline di carta

Oggi vi mostro le decorazioni che abbiamo preparato per la festa di Prima Comunione di Camilla e Mariangela.
Utilizzando semplici forme-base fustellate con la nostra Big Shot, abbiamo assemblato delle bamboline raffiguranti Camilla e Mariangela in abito/tunichetta da Prima Comunione.
Più che spiegazioni, vi posto la foto dei "pezzi" occorrenti. Unica  nota: le braccia sono ricavate da due ovali uno dentro l'altro, poi sagomati con le forbici.

Ecco qui Camilla

Mariangela

E le due sorelline insieme.

Le nostre Camilla e Mariangela-bamboline sono state fissate ad un nastrino di raso (lo stesso che sarebbe stato complemento delle rispettive bomboniere) ed appese al filo che va lungo il soffitto della sala, (purtroppo al momento non ho belle foto del risultato finale: spero di procurarmele nei prossimi giorni, così da aggiornare al meglio il post)




lunedì 25 maggio 2015

La Prima Comunione di Camilla e Mariangela


Quella di eri è stata davvero una giornata speciale per noi.
E' stato il giorno della Prima Comunione di Camilla e Mariangela.
Una preparazione spirituale al sacramento prima della Confessione e poi dell'Eucarestia insieme agli altri bambini, con il Catechismo in oratorio e, parallelamente, un accompagnamento spirituale ed emotivo anche in famiglia, anche grazie al Catechismo preparato anni fa, per loro, da Papà Giorgio.
Una grande emozione per le due sorelline e per tutti noi.
Tanta anche per me, perchè pur avendo già vissuto la Prima Comunione di Margherita, ogni volta è tutto nuovo e poi, in questo caso, tre anni sono passati, portando con loro tanta vita, tanto dolore, tanta fatica, tanto entusiasmo. Il pensiero fisso di noi grandi al loro Papà, che non avrebbe  potuto esserci...
Questo gran turbinio emotivo è stato però coronato da una bellissima frase che, spontaneamente, è venuta a dirmi Mariangela la sera prima del Sacramento: "Mamma, sono tanto emozionata perchè domani Gesù entrerà dentro di me e così non andrà più via e mi proteggerà per tutta la vita!".
Ieri mattina, vedere le mie bimbe tutte belle, in bianco, con le loro coroncine di fiori, il loro sorriso raggiante, il loro affiatamento, è stato meraviglioso.
Così come vederle affiancate aprire la processione dei bambini verso la chiesa, con in testa il sacerdote e Giovanni chierichetto, è stato davvero bello. 
Una cerimonia semplice e sentita, com'è giusto e bello che sia in questo caso.
Al termine, entrambe le mie piccole avevano una grandissima carica di gioia ed il volto radioso. 
Ancora una volta, Mariangela mi ha detto di essere tanto, tanto felice e che quello fosse il giorno più bello della sua vita.
Una grande festa, poi, tutti qui, a casa nostra.
25 persone in tutto per cui preparare un bel rinfresco, curato interamente da noi in tutti i particolari. 
Tantissimo lavoro preliminare premiato dalla soddisfazione di una riuscita attinente alle nostre aspettative, dalla soddisfazione dei nostri ospiti e, soprattutto, delle festeggiate, allegre e gioiose per tutta la giornata.
Per ora, vi lascio con i disegni ed i temi delle bambine su questa indimenticabile giornata ...

Camilla
Tema
La mia prima comunione
Ieri ho fatto la mia prima comunione.
Ero vestita con una tunica bianca e in testa avevo una coroncina di fiori.
La giornata era bellissima e c’era il sole.
Io ero felice.
Dopo la messa siamo andati a casa e abbiamo fatto festa.
Abbiamo mangiato  la torta di salsiccia, le girelle salate e tante altre cose poi abbiamo aperto i regali.
E’ stata una festa bellissima.
Camilla
Mariangela
Tema
La mia Prima Comunione
Ieri io e mia sorella Camilla abbiamo fatto la Prima Comunione.
Ero vestita con una tunica bianca e sulla testa avevo una coroncina di fiori bianchi.
Essendo la  più piccolina perché avevo un anno in meno rispetto agli altri, sono stata io ad aprire la processione insieme a mia sorella ed eravamo sedute nel primo banco.
Prima ero emozionata, poi agitata e alla fine super felice: la cerimonia è stata bellissima e mi è piaciuta molto.
Dopo la Messa siamo andati a casa mia a fare festa.
La mamma aveva preparato tante cose buonissime da mangiare e la sala era decorata con delle bamboline di carta che rappresentavano me e Camilla.
La mia bomboniera era una scatolina con sopra la sagoma di un cagnolino.
Al posto della torta la mamma mi ha fatto una piramide di dolcetti con sopra una bambolina di zucchero.
Dopo i regali tutti sono tornati a casa.
È stato il giorno più bello della mia vita.
Mariangela

... e, non avendo ancora foto ufficiali, vi mostro questo scatto, che racchiude un po' tutto...


Nei prossimi post vi mostreremo, un po' per volta, come abbiamo accolto i nostri ospiti e cosa abbiamo preparato per l'occasione.

venerdì 22 maggio 2015

I libri di Margherita: Il giornalino di Gian Burrasca


Oggi vi parlerò del primo libro che ho letto in formato e-book.
IL GIORNALINO DI GIAN BURRASCA

DATI EDITORIALI
Titolo: Il giornalino di Gian Burrasca
Autore: Vamba (Luigi Bertelli)
Casa Editrice: Marzocco (e-book)

GENERE DEL LIBRO
Romanzo sotto forma di diario

LUOGHI DELLA STORIA
Toscana, Firenze, casa di Gian Burrasca, Collegio PierPaolo PierPaoli

TEMPO DELLA STORIA
L’azione che viene descritta si svolge in poco più di cinque mesi, da mercoledì 20 settembre 1905 a venerdì 2 marzo 1906.

PERSONAGGI PRINCIPALI
Giovanni (Giannino) Stoppani, Ada, Luisa e Virginia, il signor e la signora Stoppani, il dottor Collalto, l’avvocato Maralli, la signora Geltrude, il signor Stanislao, Gigino Palestra, Tito Barozzo e altri personaggi minori.

TRAMA
Giovanni Stoppani è soprannominato da tutti “Gian Burrasca” per le sue continue marachelle.
Per il suo nono compleanno la madre gli regala un diario in cui inizia a scrivere le proprie avventure, i suoi stati d’animo e tutte le sue birichinate.
Proprio per una di queste marachelle, suo padre decide di metterlo in collegio.
Qui, tra i severi direttori e tanti compagni tra cui il nuovo e caro amico Gigino Palestra, Gian Burrasca non smette di scrivere sul proprio diario e di combinarne di tutti i colori!
In collegio entra a far parte della società segreta “Uno per tutti e tutti per uno” e riesce a svelare un imbroglio dei direttori e del cuoco che usano la rigovernatura dei piatti per preparare  la minestra.
Scoppiato lo scandalo, il padre lo riporta a casa.

COMMENTO PERSONALE
“Il giornalino di Gian Burrasca” è il primo romanzo umoristico che leggo e l’ho trovato buffo e divertente perché, essendo io una bambina molto tranquilla, non avrei mai immaginato delle marachelle del genere!!!


Con questo libro partecipo al "Venerdì del libro" di HomeMadeMamma.


lunedì 18 maggio 2015

Festa a tema: danza

Finalmente, riesco a parlarvi della festa di Camilla. 
Per i suoi 9 anni (compiuti il 30 aprile), la bimba ha chiesto una festa a tema-danza, attività che pratica con gioia ed entusiasmo da quando era piccolissima. 
Questo è un tema ricorrente in molte feste di bambine ma, come sempre, noi abbiamo fatto le cose a modo nostro, cercando di elaborare alcuni spunti presi in qua e in là con altre idee di ognuno di noi.
Come sempre, partiamo dalle decorazioni, per poi passare al buffet.

Prima di tutto, Camilla ha scelto una clip art di ballerina (che le somigliasse) tra le tante reperibili in rete e da lì è partita una serie di decorazioni: il cartellone, la torta, i toppers...
1 - Il cartellone
Utilizzando un mezzo foglio di carta da pacchi, Camilla ha disegnato e poi colorato con le tempere una grande Camilla ballerina.


2 - Il quadro-ballerina
Abbiamo pensato di realizzare  un pannello raffigurante una sagoma di ballerina classica.
Per farlo, abbiamo utilizzato tutti elementi di riciclo: abbiamo dapprima ritagliato il lato di un grande scatolone. Poi, scelta in rete la sagoma di ballerina, l'abbiamo stampata ingrandita e divisa su 4 fogli A4, per poi andare a tracciarne  i contorni sul pannello di cartone.
Con i colori acrilici, siamo poi andati a dipingere la ballerina di fuxia e lo sfondo di nero.

Ultimo tocco: una passata di vernicetta lucidante sulla ballerina e... tante stelle glitterate (recuperate dalla festa di Margherita) a far da cornice!

3 - Le ballerine di carta
Le abbiamo già descritte dettagliatamente, ma eccole qui! 


4 - Un palloncino speciale
In commercio ci sono molti palloncini raffiguranti ballerine.... ma io ho scelto  di regalare alla mia bimba un palloncino speciale: un cuore lilla con stampata una delle sua prime foto in versione ballerina. Questo palloncino è stato appeso al lampadario, proprio al centro della sala, ed è piaciuto tanto a tutti. 

5 - La tovaglia e gli accessori per la tavola
Abbiamo scelto una tovaglia rosa, su cii abbiamo applicato diversi disegni colorati da Camilla e poi plastificati.
Al centro, una serie di 5 ballerine ripetute 3 vole e colorate da Camilla in maniera sempre diversa, così da formare un bel gruppetto.

Poi, scarpette, stampate su fogli rosa, poi colorate e plastificate
Inoltre, alcune sagome di una coppia danzante, ricavate su carta fuxia da una fustella della Big Shot

Per la nostra tavola, abbiamo acquistato piattini e tovagliolini a tema.


Ed ora passiamo al rinfresco.

6 - Le focacccine con ballerine-toppers
Abbiamo stampato tante clipart di ballerine, che abbiamo plastificato, ritagliato e fissato a stecchini. 
Questi toppers sonno andati a decorate tanti panini di focaccia, farciti con prosciutto crudo e con salame ungherese e formaggio a fette.

7 - La ballerina di focaccia
Con le stesse focacce ancora non farcite, siamo andati a comporre una grande ballerina.
Per capelli ed  occhi, formaggio: due estremità di Galbanino per i cipollini, un pezzetto di fettina di Edamer per la frangetta; due cubetti per gli occhi.
Come bocca, un ritaglio di salame.
Per corpetto, una fettona di prosciutto cotto.
Come gonna, fette di mortadella ripiegate, a dar l'effetto di un gonnellino corto ed ampio. 
Infine, mortadella anche per le scarpette.


8 - I cupcakes ballerina
Prendendo spunto da un'idea diffusa in rete, abbiamo realizzato dei cupcakes che abbiamo trasformato in tutù da ballerine con la pasta di zucchero.
Come corpetto, un cuoricino rosa tagliato in fondo; come gonna, due cerchi scaloppati e sovrapposti; infine, una cinturina in una tonalità più accesa. 


9 - Le crostatine con scarpette
Abbiamo vestito a festa anche delle semplici crostatine alla marmellata, decorandole, anzichè con le solite strisce, con pasta frolla modellata a scarpette da ballerina.
Per farlo, siamo partite da un cuore rovesciato, che poi abbiamo tagliato in due e modellato con altre striscioline d'impasto.



Ed ecco qui la tavola completa


10 - La torta
Per la torta, ho realizzato una cialda ovale raffigurante Camilla che danza. Per contornarla, ho usato tanti minuscoli cuoricini-codette color bianco panna.

La torta, un pan di spagna farcito con bavarese ai lamponi ed uno strato di panna montata, è stata rivestita di pasta di zucchero color rosa shocking ad effetto marmorizzato. Infine, vi ho adagiato sopra la cialda-ballerina.
Ed infine, il soffio sulle nove candeline!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...